Il Teatro Niccolini di Firenze sarà gestito e spettacolarizzato da giovani attori

Mar 18, 2018

Il Teatro Niccolini di Firenze, sarà interamente animato, vissuto, gestito, spettacolarizzato da giovani attori. Il primo nucleo sarà costituito dai neodiplomati della Scuola ‘Orazio Costa’ della Fondazione Teatro della Toscana, riuniti sotto il nome de ‘i Nuovi’.

> SCOPRI I SERVIZI PER LO SPETTACOLO DAL VIVO DI THEATRON 2.0

Parte da via Ricasoli, da una delle sale teatrali all’italiana più antiche in assoluto, un progetto di avviamento al lavoro dei giovani che ha pochi eguali, un investimento sul capitale umano che ha come obiettivo quello di trovare un nuovo attore per un teatro nuovo. Dal 15 marzo lo storico Teatro Niccolini sarà interamente animato, vissuto, gestito, spettacolarizzato da un gruppo di giovani (il primo nucleo è costituto dai diplomati della Scuola per Attori ‘Orazio Costa della Fondazione Teatro della Toscana, ma a essi se ne aggiungeranno altri provenienti da differenti istituzioni formative italiane) che si occuperanno di tutto ciò che serve per portare avanti una sala teatrale. Gli spettacoli, dunque, ma anche l’amministrazione, la comunicazione, la promozione, l’accoglienza in sala, le pulizie. Un teatro realmente dei giovani, orientato verso il nuovo. Per garantire una prospettiva di vita, nel percorso del progetto sarà assegnata una borsa di studio mensile. Tutti i selezionati, a rimarcare lo slancio in avanti, saranno riuniti sotto il nome de ‘i Nuovi’. Tre anni la durata del progetto che prevede una borsa di studio mensile per ciascuno degli attori.

Il progetto presuppone anche una bella opportunità per le imprese: quella di poter “adottare” uno o più partecipanti al progetto e contribuire così alla reale crescita professionale di un giovane. Non una sponsorizzazione, ma un ausilio di carattere etico al progredire di un percorso che è anche un investimento sul futuro. Questa opportunità è arricchita anche dai più recenti provvedimenti di defiscalizzazione tramite Art Bonus, che estesi anche al teatro consentiranno a tutte le imprese che decideranno di intervenire di recuperare il 65% del loro investimento in detrazioni.

Sul fronte degli spettacoli saranno seguiti e diretti da Marco Baliani nella Mandragola di Machiavelli dall’11 al 22 aprile e, a seguire, da Gianfelice Imparato, Glauco Mauri, Andrée Ruth Shammah e Beppe Navello.

“Per i giovani attori è prevista un’intensa attività formativa che spazia dal canto al teatro comico, dalla gestione del personale alla sicurezza e alla produzione – ha detto il sindaco Dario Nardella – Abbiamo pensato ad un progetto unico in Italia, per non dire nel mondo, ovvero quello di dare un teatro, il teatro ”Niccolini”, che è un pezzo del patrimonio della storia della cultura non solo di Firenze ma di tutta Italia, ai giovani”.

Segui Theatron 2.0

Pubblicità

Ultimi articoli

Bandi  e opportunità