DOCUMENTI: Spettacolo Next Generation, uno studio sulle trasformazioni del settore

Uno studio per mettere in evidenza le trasformazioni in corso nel settore culturale e dello spettacolo in un anno “sospeso” dal Covid-19, con il blocco reiterato delle attività culturali e del turismo e gli strumenti messi in atto dal Mibact, attraverso il contesto dei programmi UE dedicati alla cultura.

È Spettacolo Next Generation di Alberto D’Alessandro, pubblicato sul sito della Direzione generale Spettacolo del Ministero della Cultura, che analizza gli aspetti più salienti e le novità per il settore culturale e per lo spettacolo, nella nuova generazione dei finanziamenti europei, in un quadro di attualità condizionato dalla resilienza al COVID-19 e la necessità della ripartenza.

SCARICA IL DOCUMENTO > Spettacolo Next Generation

Condividi:
lavoro

DOCUMENTI: verbale del Comitato Tecnico Scientifico del 06/05/2020

Condividiamo il verbale del Comitato Tecnico Scientifico del 06/05/2020. La parte evidenziata in giallo riguarda gli spettacoli in sale teatrali all’aperto o al chiuso.

Si legge: «Per quanto concerne gli spettacoli organizzati in sale teatrali e sale da concerto all’aperto o al chiuso con posti seduti preassegnati e inamovibili, il CTS valuta che essi possano aver corso a partire dalla prima settimana di giugno, a condizione che vengano imprescindibilmente garantite tutte le condizioni atte a minimizzare il rischio di diffusione di SARS-CoV-2.

In particolare, gli spettatori dovranno mantenere una distanza tra di loro di almeno 1 metro ed indossare la mascherina di comunità, oltre ed evitare di accedere in presenza di sintomi respiratori e/o temperatura corporea >37,5°C; lo stesso criterio dovrà essere applicato agli artisti, alle maestranze e ogni altro tipo di lavoratore presente nel luogo dove lo spettacolo si tiene.

Dovrà, inoltre, essere fatto obbligo agli organizzatori dei sopramenzionati spettacoli, di garantire l’accesso contingentato in maniera ordinata, garantendo, anche al momento dell’accesso e dell’uscita, il distanziamento fisico sopramenzionato. Gli organizzatori degli spettacoli dovranno, inoltre, assicurare la presenza di dispenser con sostanze igienizzanti all’ingresso dello spazio aperto o chiuso dove avranno corso gli spettacoli. Dovrà essere promossa un’adeguata comunicazione che indichi le corrette modalità di comportamento del pubblico, ivi compresa un’appropriata gestione dei dispositivi di protezione. Il personale di servizio a contatto con il pubblico dovrà utilizzare idonei dispositivi di protezione individuale. Infine, il CTS raccomanda che la vendita dei biglietti e il loro controllo per l’accesso vengano realizzati evitando materiale cartaceo e favorendo modalità telematiche attraverso l’uso di app funzionali allo scopo, anche al fine di evitare aggregazioni presso biglietterie, atrii, anditi di accesso alle strutture [..] »

> LEGGI TUTTO IL VERBALE <

Condividi:

DOCUMENTI: tutorial per richiedere l’indennità INPS di 600 euro

Con il Decreto Cura Italia del 17 marzo 2020, è stata prevista un’indennità per i lavoratori dello spettacolo dal vivo, come per gli altri autonomi, di 600 euro per il mese di marzo.

> Leggi il testo completo del Decreto Cura Italia del 17 Marzo 2020

Le domande per usufruire della prestazione “indennità 600 euro” potranno essere presentate a partire dal primo aprile 2020 facendo richiesta a questa pagina. Pubblichiamo il tutorial diffuso dall’INPS esplicativo di tutti i passaggi per poter fare la domanda relativa all’indennizzo di 600 euro. 

> Leggi il tutorial per richiedere l’indennità di 600 euro

Condividi:

DOCUMENTI: Vademecum per le modifiche statutarie in occasione della riforma del terzo settore

Per sciogliere le perplessità degli enti no profit, dovute alle novità introdotte dalla riforma del terzo settore, il Forum del Terzo Settore ha istituito un Tavolo Tecnico Legislativo al fine redigere una guida per tutti quegli enti chiamati ad adeguare i propri statuti. Si tratta di un documento che contiene suggerimenti utili e, come si legge nella sua introduzione, va utilizzato con senso critico, ma soprattutto “non sostituisce il lavoro che ogni ente, eventualmente consigliato dai professionisti che già lo seguono, dovrà fare”.  

Il vademecum è rivolto alle organizzazioni di volontariato (ODV), associazioni di promozione sociale (APS) e le Onlus, ma anche a tutte le realtà non profit che intendano iscriversi al Registro Unico Nazionale per acquisire la qualifica di Enti del Terzo Settore. Il testo fa riferimento soprattutto alla circolare del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali n. 20 del 27 dicembre 2018 e prende in analisi tre diverse tipologie di norme del Codice del Terzo settore, che sono oggetto di adeguamento. Per differenziarle ad ognuna è assegnato un colore: norme inderogabili in rosso, norme derogabili in blu e norme “consigliate” in verde.  

DOCUMENTO > Vademecum per le modifiche statutarie in occasione della riforma del terzo settore

Condividi:

Più cultura, più crescita. Le imprese puntano su cultura e spettacolo

Cultura e spettacolo stimolano l’economia e creano ricchezza nel territorio: ogni euro speso nella gestione di un evento culturale genera effetti economici positivi per oltre due euro e mezzo.
Cresce l’interesse e l’investimento in cultura da parte degli imprenditori: per oltre il 70% il sostegno a progetti ed eventi culturali è strategico; il contributo economico è la principale forma di supporto alla cultura scelto dalle imprese (per il 47%), ma rilevante è anche la fornitura di servizi (21%); il ritorno di immagine (19%), la consuetudine (17%), la strategia di marketing (13%) sono le motivazioni principali all’investimento; i maggiori benefici si riflettono sulla reputazione aziendale (33%), sul brand (29%) e in chiave commerciale (27%); oltre un terzo delle imprese equipara gli investimenti in cultura alla pubblicità.
Questi, in sintesi, i principali risultati che emergono dall’indagine “Investire in cultura” realizzata da Rsm-Makno per Impresa Cultura Italia-Confcommercio.

È possibile scaricare di seguito il documento integrale di presentazione dell’indagine > PIÙ CULTURA PIÙ CRESCITA

Condividi:

DOCUMENTI: Decreti di assegnazione dei contributi a valere sul FUS per le attività di teatro e danza

 

Sono stati pubblicati ieri dalla direzione generale spettacolo del Mibac i decreti direttoriali 26 luglio 2018 rep. n. 1197 e n. 1191, in corso di registrazione da parte degli organi di controllo, recanti determinazioni di assegnazione dei contributi a valere sul Fondo unico per lo Spettacolo (FUS) per le attività di teatro e danza per l’anno 2018.

LEGGI > decreto direttoriale 26 luglio 2018 rep. n. 1197 | TEATRO

LEGGI > decreto direttoriale 26 luglio 2018 rep. n. 1191 | DANZA

 

Condividi:

DOCUMENTI: Contratti collettivi nazionali dei teatri e degli scritturati rinnovati I nuovi strumenti contrattuali recepiscono l’evoluzione legislativa in materia di lavoro e introducono elementi normativi fortemente innovativi che potranno garantire maggiore competitività alle imprese

La Federazione dello Spettacolo dal vivo (FEDERVIVO), insieme a PLATEA, AIDAP, ANCRIT, ANTAC, ASTRA, ISP, ossia le associazioni di categoria della prosa e della danza, hanno firmato con le segreterie generali e nazionali di SLC-CGIL, FISTEL-CISL e UILCOM-UIL il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale dei dipendenti dei Teatri e del Contratto Collettivo Nazionale degli artisti, tecnici e amministrativi scritturati. I nuovi strumenti contrattuali recepiscono l’evoluzione legislativa in materia di lavoro e introducono elementi normativi fortemente innovativi che potranno garantire maggiore competitività alle imprese, migliorando capacità produttiva, efficienza organizzativa, crescita occupazionale, tutela dei lavoratori. Inoltre, sul fronte economico, prevedono un aumento delle retribuzioni che, a regime nel 2020, sarà pari al 12%.

• SCARICA IL CCNL SCRITTURATI

• SCARICA IL CCNL TEATRI

“Abbiamo sempre sostenuto che il capitale umano sia il primo fattore della produzione nello spettacolo dal vivo – dichiara il Presidente di FEDERVIVO e PLATEA Filippo Fonsatti – e oggi il comparto dimostra in modo convinto e compatto di avere grande coraggio assumendosi la responsabilità di garantire un miglioramento del trattamento di artisti e tecnici e nel contempo di innovare l’organizzazione e incentivare la produzione. Ringrazio a nome di tutti gli associati la commissione datoriale coordinata da Angelo Pastore per il grande impegno profuso nelle trattative e le OO.SS. per il confronto sempre corretto e costruttivo”.

> SCOPRI I SERVIZI DI THEATRON 2.0 PER LO SPETTACOLO DAL VIVO 
Condividi: