Bando di Anghiari Dance Hub per i giovani coreografi

Bando di Anghiari Dance Hub per i giovani coreografi

C’è tempo fino al 9 aprile 2021 per il bando di Anghiari Dance Hub, Centro di Promozione della Danza, nato nel gennaio 2015 per volontà di alcuni operatori della danza e del teatro, ideato per fornire a giovani/nuovi coreografi strumenti di approfondimento del proprio percorso creativo.

Il progetto per il periodo settembre – dicembre 2021 prevede l’assegnazione di borse di studio per  un minimo di 3 e un massimo di 5 coreografi under 35 e i loro interpreti, collaboratori o organizzatori e si configura come un percorso di accompagnamento alla creazione nell’ambito del quale gli artisti selezionati avranno la possibilità di confrontarsi con esperti di diversi settori che, attraverso seminari di gruppo e incontri specifici, metteranno a disposizione le proprie conoscenze e il proprio know how con l’obiettivo di supportare la realizzazione dei singoli progetti coreografici.

ADH offrirà i propri spazi per residenze di creazione e collaborerà alla ricerca di altri luoghi di residenza. Il progetto prevede anche un accompagnamento di tipo organizzativo per approfondire le capacità degli stessi autori a dare una struttura efficace alla propria promozione. Nell’arco del progetto i coreografi avranno anche la possibilità di realizzare attività di audience development per sperimentare e approfondire specifiche modalità di sensibilizzazione del pubblico.

Fra i tutor si segnalano Mariagia Maggipinto, Matteo Fargion, Guy Cools, Gianni Staropoli e Michele Di Stefano.

Le attività si svolgeranno ad Anghiari per il periodo, continuativo, compreso tre il 6 settembre e il 5 dicembre 2021, con la presentazione dei lavori al pubblico il 3 e 4 dicembre. I coreografi interessati a partecipare al progetto dovranno inviare i materiali richiesti dal bando, scaricabile dal sito www.anghiaridancehub.eu entro e non oltre le 23,59 di venerdì 9 aprile 2021.

Per informazioni è possibile contattare la direttrice artistica Gerarda Ventura scrivendo una mail a  direzione@anghiaridancehub.eu o Alessandra Stanghini a organizzazione@anghiaridancehub.eu

Biennale College Danza 2021: i bandi per danzatori e coreografi

Biennale College Danza 2021: i bandi per danzatori e coreografi

danzatori
Wayne McGregor – Ph Andrej Uspenski

Al via Biennale College Danza 2021 sotto la guida del neodirettore Wayne McGregor. 

Da oggi martedì 19 gennaio fino al 19 febbraio 2021 sono on line sul sito web della Biennale di Venezia – www.labiennale.org – due bandi internazionali per selezionare rispettivamente 20 danzatori e 5 danzatori-coreografi, tutti professionisti di massimo 30 anni. 

Biennale College Danza – secondo il progetto di Wayne McGregor – vedrà i 20 danzatori e i 5 danzatori-coreografi che verranno selezionati impegnati in due percorsi specifici, in parte condivisi, lungo l’arco di tre mesi (10 maggio > 31 luglio) a Venezia. I due percorsi confluiranno nella presentazione sul palcoscenico del 15. Festival Internazionale di Danza Contemporanea (23 luglio > 1 agosto) di un duplice programma

  • due opere coreografiche di Wayne McGregor e Crystal Pite e la realizzazione di una nuova creazione (in via di definizione), commissionata dalla Biennale espressamente per il gruppo di danzatori di Biennale College
  • cinque brevi coreografie originali (ca. 15’) 

I due percorsi saranno focalizzati nei primi dieci giorni propedeutici guidati da McGregor, sul Physical Thinking (o intelligenza cinestetica), da sempre oggetto di attenzione e studio da parte del coreografo britannico, attraverso la pratica coreografica e performativa. Un modo per costruire le capacità collaborative del gruppo e condividere tecniche per la generazione di materiale di danza e composizione coreografica. Una preparazione alle sfide che attendono i partecipanti.

I 20 danzatori saranno poi impegnati in sessioni quotidiane dedicate a tecniche di danza classica e contemporanea con maestri di livello internazionale; sessioni di approfondimento del mondo creativo e del repertorio dello stesso McGregor e di Crystal Pite, richiesta in tutto il mondo in qualità di coreografa, già membro del Ballet British Columbia e del Ballett Frankfurt di William Forsythe. I danzatori, inoltre, lavoreranno alla nuova creazione commissionata per loro e alla realizzazione delle 5 brevi opere originali concepite dai 5 danzatori-coreografi.

Nella loro duplice veste, i 5 danzatori-coreografi selezionati intrecceranno i due percorsi: saranno impegnati nella creazione individuale di una propria opera coreografica originale, scegliendo alcuni fra i 20 danzatori del College, ma condivideranno anche il percorso di lavoro tecnico, creativo e performativo con i danzatori. 

Il testo ufficiale e dettagliato dei bandi internazionali di Biennale College Danza 2021 è consultabile all’indirizzo: http://www.labiennale.org/it/biennale-college  

Biennale College è un’esperienza che dal 2012 integra tutti i Settori della Biennale di Venezia – Cinema, Danza, Musica, Teatro – per promuovere giovani talenti offrendo loro di operare a contatto con maestri per la messa a punto di creazioni.

Biennale College, realizzato dalla Biennale di Venezia, ha il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale dello Spettacolo e della Regione del Veneto.

Ballet X Beyond: la piattaforma americana che distribuisce film di danza a pagamento

Ballet X Beyond: la piattaforma americana che distribuisce film di danza a pagamento

Ballet

L’assunto iniziale è ovvio: le arti dello spettacolo dal vivo sono state colpite duramente e drammaticamente a livello mondiale. Qualcuno muore, qualcuno sopravvive, qualcuno si inventa e reinventa. BalletX è una compagnia di danza di Philadelphia, la più grande città della Pennsylvania e la sesta più grande degli Stati Uniti, che sta re-inventando la propria arte con la piattaforma streaming BalletX Beyond.

Oltreoceano, come un po’ ovunque, le compagnie di danza e di teatro hanno organizzato nelle maniere più diverse le proprie stagioni virtuali. Colossi come l’American Ballet Theatre, il New York City Ballet o l’Alvin Ailey American Dance Theater hanno offerto, e continuano a offrire, eventi gratuiti.

Forti di  ingenti risorse economiche e di una notorietà mondiale, questi organismi pur continuando a garantire una continuità e una qualità duplice ― sia del lavoro coreografico esecutivo e creativo, sia del lavoro di messa in video ― sembrano non preoccuparsi (ancora) della sostenibilità produttiva con cui, pandemia o no, bisognerà fare i conti.

BalletX è una compagnia di danza contemporanea nota per lo più per coreografie sperimentali, ma fortemente fisiche e tecnicamente virtuose. Con l’avanzare della pandemia, la direttrice artistica ed esecutiva, Christine Cox, ha sentito da subito la necessità di trovare un modo per creare dei contenuti di livello, che fossero fruibili a pagamento. Per questo è stata lanciata BalletX Beyond, una piattaforma di streaming mediante la quale vengono distribuiti film di danza  originali, ciascuno di diversa durata e accessibili con un abbonamento a partire da 15 dollari (12,25 euro) al mese. 

La fondatrice di BalletX ha condotto un’intera carriera nel segno della lungimiranza. Come danzatrice con il Pennsylvania Ballet ha danzato coreografie di Paul Taylor, Alvin Ailey, George Balanchine, Margo Sappington, Agnes DeMille, Jerome Robbins, ha lavorato con il BalletMet (Columbus, OH) e come artista ospite di Ballet Hispanico (New York, NY) e dell’American Repertory Ballet (Princeton, NJ).

Con BalletX ha dato vita a progetti come The X-Process, un programma di coinvolgimento che invita il pubblico a partecipare a conversazioni pre-spettacolo con i coreografi, una serie di lezioni interattive sul balletto contemporaneo e prove aperte. Tale operazione è proseguita nel programma educativo Dance eXchange, mediante il quale si è avviata una collaborazione con le scuole elementari del Philadelphia School District per sostenere il valore della danza come mezzo per acquisire  fiducia in se stessi.

Come funziona la piattaforma BalletX Beyond? 

Ogni due mesi viene pubblicata una serie di tre film, coreografati da un artista di fama mondiale. Tra le uscite di novembre 2020 ― mese di lancio della piattaforma ― vi sono Saudade, un intrigante duetto coreografico di Mariana Oliveira, fondatrice della Union Project Dance Company; New Heights, un brano energico di Amy Hall Garner,  insegnante dell’American Ballet Theatre e della Joffrey Ballet School; The Cycle, un’ode alla natura di Robert Fairchild, già principal dancer per il New York City Ballet, che ha interpretato Munkustrap nel film Cats del 2019, e ha vestito i panni del protagonista del musical An American in Paris, nominato ai Tony Award, un premio annuale che celebra i successi raggiunti, nel Broadway Theatre, da opere teatrali o musical.

Tutti i film sono girati a Philadelphia, con una grande quantità di riprese in esterna, sia in ragione delle limitazioni dovute alla pandemia sia per un forte desiderio di apertura, di visioni ampie e libere da spazi circoscritti. In generale, la cinematografia proposta è squisitamente “american style”, fresca e collaudata. La creazione artistica è funzionale a un coinvolgimento filmico e coreografico e il video non finisce per ingombrare la coreografia.

Le ispirazioni, sono tutte in qualche modo riconducibili al tema del dialogo tra l’essere umano e la natura. Robert Fairchild, in particolare, nel suo The Cycle celebra la natura e ne riscopre la sua importanza in termini di utilità quanto per la sua semplice e pura bellezza. 

Fairchild, del resto, ha dimostrato la propria sensibilità al tema anche quest’estate quando ha lanciato un sito di e-commerce che mette a disposizione composizioni floreali personalizzabili realizzate da artisti dello spettacolo dal vivo, che possono essere consegnate a mano a New York o spedite in tutto il mondo. 

Il progetto nasce con l’intento di creare attenzione, oltre che introiti, per quegli artisti momentaneamente senza lavoro che possono così connettersi con un cliente-spettatore per il quale realizzare una composizione floreale. La creatività può sostenere alcune possibilità inedite per il settore.

BalletX Beyond al momento conta su un modello che, seppur non totalmente innovativo, rappresenta un’alternativa economicamente sostenibile ed eticamente virtuosa per dare seguito al discorso della distribuzione virtuale di contenuti che hanno a che fare con la performance, qui registrata e pensata appositamente per la fruizione in video. 
In uscita il prossimo 20 gennaio, tre nuovi film di BalletX, coreografati da Francesca Harper, Tsai Hsi Hung e Manuel Vignoulle

Danza Urbana XL, bando per la selezione di creazioni di danza contemporanea

Danza Urbana XL, bando per la selezione di creazioni di danza contemporanea

È online fino al 17 gennaio il bando Danza Urbana XL per la selezione di creazioni di danza contemporanea e d’autore per spazi urbani o non-convenzionali. L’azione del Network Anticorpi XL, la rete italiana dedicata al sostegno e alla promozione della giovane danza d’autore, si rivolge ad autori e autrici residenti in Italia.

La commissione composta dai rappresentanti di ciascuna delle strutture che aderiscono all’azione Danza Urbana XL per l’annualità 2021, valuterà le proposte artistiche tenendo conto della capacità dell’autore/autrice di agire in relazione allo spazio urbano o non-convenzionale e di andare oltre le convenzioni dello spazio teatrale, della qualità artistica della creazione proposta così come della qualità degli interpreti e dell’innovatività della proposta.

Alle creazioni selezionate, minimo due fino a un massimo di cinque, sarà garantito un minimo di tre recite fra i festival, rassegne e stagioni dei partner del Network Anticorpi XL che aderiscono all’azione secondo condizioni economiche definite riportate nel bando stesso.
Nel caso le disposizioni nazionali, regionali o comunali in materia di salute pubblica legate all’emergenza pandemica non consentiranno la presentazione della creazione nella data prevista, l’ente ospitante si impegnerà a fare quanto nelle sue possibilità per riprogrammare la recita entro il 31 dicembre 2022 in accordo con l’autore o con l’autrice.

La presentazione delle candidature scade il 17 gennaio 2021.

Per partecipare è necessario leggere attentamente il bando sul sito www.networkdanzaxl.org nella sezione “NEWS E BANDI” e compilare il relativo modulo di iscrizione.

Danza Urbana XL offre uno spazio di programmazione e visibilità alle creazioni di giovani coreografi/coreografe che avvertono l’urgenza di indagare le forme dello spettacolo al di fuori delle convenzioni teatrali, degli spazi deputati e intendono estendere la fruizione della danza a un’audience più ampia, immergendosi nei luoghi della quotidianità, negli spazi pubblici e – più in generale – nel paesaggio urbano.

L’azione promuove pertanto la diffusione e la visibilità di creazioni concepite per spazi e formati non-teatrali, di giovani autori italiani e stranieri, nei festival, rassegne e stagioni aderenti al Network Anticorpi XL, attraverso lo scambio di informazioni, la condivisione di proposte e la composizione di un programma di circuitazione.

Anticorpi XL 
Anticorpi XL è il network italiano dedicato alla giovane danza d’autore. Coinvolge attualmente 37 operatori di 15 regioni e da più di dieci anni rappresenta un esempio concreto e significativo di promozione della nuova generazione di coreografi italiani. Una rete di operatori che propone un’articolata gamma di azioni volte a rispondere alle necessità dei giovani autori nelle differenti fasi del loro percorso di crescita e maturazione.

Interplay Digital, bando per la realizzazione di due spettacoli

Interplay Digital, bando per la realizzazione di due spettacoli

Dopo Interplay Digital, MosaicoDanza ha deciso di valorizzare l’esperienza maturata quando a causa della pandemia ha dovuto ripensare l’edizione 2020 del Festival trovando comunque una formula per andare in scena a “distanza”.

L’organizzazione diretta da Natalìa Casorati ha infatti deciso, in collaborazione con i corsi di Laurea in DAMS e CAM dell’Università degli Studi di Torino, di sostenere la realizzazione di spettacoli di danza contemporanea proposti attraverso creazioni video adatte e pensate per lo spazio digitale e per il web.

Nasce così un bando dedicato alla realizzazione di due spettacoli che verranno trasmessi in streaming durante una serata del festival Interplay a maggio 2021.

Il bando vuole valorizzare la creatività offrendo agli artisti la possibilità di rischiare liberamente nella ricerca di nuove modalità di presentare un lavoro coreografico che utilizzi non solo il corpo dei danzatori come protagonisti unici, come accadrebbe in una buona ripresa video di uno spettacolo di danza, ma valorizzi la coreografia grazie all’ausilio delle tecnologie video, generando un linguaggio nuovo e originale.

Le sezioni del bando, che ha scadenza il prossimo 15 febbraio 2021 e che si può scaricare dal sito www.mosaicodanza.it, sono tre e daranno origine a due spettacoli digitali.

Interplay Still Digital è la sezione destinata a compagnie e coreografi italiani rilevanti e videomaker per uno spettacolo che sarà trasmesso nella serata dedicata alle produzioni digitali durante l’edizione 2021 di Interplay Festival e offre un sostegno economico di produzione pari a 4.000 euro (IVA esclusa).

Interplay Still Digital / OFF, in partnership con  i corsi di laurea DAMS – Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo e  CAM – Cinema, Arti della Scena, Musica e Media – dell’Università degli Studi di Torino si rivolge a compagnie e coreografi locali tra i 18 e i 30 anni con almeno un anno di attività per la realizzazione, in collaborazione con gli studenti DAMS e CAM, del video di uno spettacolo (massimo 15 minuti), per il quale  sarà possibile utilizzare gratuitamente lo studio di registrazione Studium Lab di Palazzo Nuovo. Il sostegno economico per questo bando sarà di 1.000 euro (IVA esclusa).

Interplay coinvolgerà esperti e professionisti in giurie dedicate alla valutazione dei materiali inviati, ma gli appassionati di danza avranno modo di partecipare attraverso un premio del pubblico. Tutti i trailer presentati per la sezione Interplay Still Digital parteciperanno a un vero e proprio concorso online aperto sul sito di MosaicoDanza dalla metà di marzo. Il pubblico assegnerà al video più votato un premio di 300 euro (IVA esclusa).

I bandi e tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.mosaicodanza.it