La Strada Winter. Festival di circo, musica, teatro e danza a Brescia

La Strada Winter. Festival di circo, musica, teatro e danza a Brescia

La Strada Winter, nato nel 2015, costituisce la versione invernale de La Strada Festival. Il Circuito CLAPS, che dal 2008 organizza il festival internazionale di circo contemporaneo, danza, teatro e musica nel centro storico di Brescia in estate, intende ampliare l’offerta culturale rivolta al territorio anche nei mesi freddi. L’obiettivo è fare in modo che la “festa” duri tutto l’anno e che gli abitanti (grandi, piccoli, ragazzi, famiglie) siano coinvolti nella fruizione di numerosi spettacoli dal vivo. Il pubblico ha risposto positivamente alle precedenti edizioni de La Strada Winter, che si sono svolte con continuità nei tre anni passati: sono stati raggiunti circa 10.000 spettatori.

> SCOPRI I SERVIZI PER LO SPETTACOLO DAL VIVO DI THEATRON 2.0

La IV edizione de La Strada Winter, come da tradizione, coinvolge il centro storico di Brescia e alcuni spazi performativi della città. Le location scelte per ospitare l’evento non sono solo all’aperto (piazze e strade, nel pomeriggio del 2 dicembre), ma anche al chiuso, per permettere a tutti di fruire al meglio delle occasioni di spettacolo nei freddi mesi invernali. Per il 2018, le sale che ospiteranno l’iniziativa sono: Teatro Santa Giulia (Via Quinta 5), Auditorium Bettinzoli (Via Caleppe 13), Teatro Chiostro San Giovanni (Contrada San Giovanni 8) e Spazio Danzarte (Villaggio Ferrari 25).

Il programma è articolato su 4 settimane, con spettacoli dall’1 al 22 dicembre presentati da compagnie italiane e internazionali. Il cartellone rimane fedele alle discipline promosse dal Circuito CLAPS: teatro, danza, circo contemporaneo e musica.

L’apertura sarà sabato 1 dicembre alle ore 20.30 al Teatro Chiostro San Giovanni, con lo spettacolo “Core’ngrato”: un viaggio eccentrico nella canzone napoletana del quintetto jazz Guarino – Savoldelli, un’interpretazione ironica delle appassionate melodie partenopee con spazi riservati all’improvvisazione. Al quartetto storico del Maestro bresciano Corrado Guarino si aggiunge Boris Savoldelli, tra le voci più interessanti del panorama jazz internazionale.

Il giorno seguente torna l’iniziativa per le vie e le piazze del centro storico in cui alcune compagnie si alterneranno in un susseguirsi di spettacoli (gratuiti) a elevato coinvolgimento del pubblico. La cornice dell’evento è VENTICINQUE DODICI – TEMPO DI NATALE, promossa dal Comune di Brescia e costituita da una serie di proposte culturali per trascorrere il periodo delle feste in città.

Domenica 2 dicembre, il pomeriggio sarà interamente dedicato al circo contemporaneo e alla musica con proposte tout public. Si parte alle ore 15.00 in Piazza Vescovado con Giulio Lanzafame (OnArts/Cordata F.O.R.), che farà sognare gli spettatori in “Tra le scatole”, con equilibrismo, clownerie e giocoleria; Nicola Bruni in “Circomico” li sorprenderà con le sue impressionanti capacità con la ruota di cyr (15.30, Corso Zanardelli); Francesca Zoccarato li porterà nel meraviglioso mondo delle marionette del suo “Varietà Prestige” (16.00, Corso Palestro); Mabo Band li accompagnerà con la musica “On the road” degna delle più comiche marching band (16.30, Piazzetta Pallata). Grazie alla collaborazione del Circuito CLAPS con Sapori&Dintorni CONAD – Quadriportico, la compagnia Circopacco presenterà “100% Paccottiglia” e la simpatia dei clown, giocolieri e acrobati Frank e Gustavo (17.00, Piazza Vittoria). Una chiusura di grande impatto comico: il Teatro Necessario spalancherà le porte alle risate, alla magia e alla musica di “Clown in libertà” alle 18.00 in Piazza Loggia.

Non manca la danza, con “Europa vecchia madre” presso lo Spazio Danzarte, domenica 9 dicembre alle 17.30. Theo Rawyler/compagnia Excursus presenta una performance internazionale nata da un progetto di danza di comunità: un gruppo di donne di 84 anni, testimoni di un conflitto mondiale, restituisce i propri ricordi con gli occhi di un’infanzia vissuta ai tempi della guerra. A seguire, Edoardo Baroni accompagnerà alla chitarra una performance di tessuti aerei di Centopercento Teatro. A chiudere la serata, un brindisi con aperitivo per tutti i presenti.

Mercoledì 12 dicembre al Teatro Santa Giulia alle ore 20.30, il festival ospita “Opera panica”, produzione del Teatro Franco Parenti: un testo divertente e al contempo assurdo sulla ricerca della felicità, con video live, colori, specchi e grafica. L’autore è il drammaturgo cileno Jodorowsky, la regia è affidata al giovane ma ormai di grande successo Fabio Cherstich.

Sabato 15 dicembre arriva in città la storica compagnia Manicomics, i cui componenti sono artisti del Cirque du soleil, con un titolo eloquente: “Kermesse – Concerto in Clown Maggiore”. Musica, clownerie e risate in uno spettacolo adatto a tutti, che andrà in scena alle ore 20.30 all’Auditorium Bettinzoli. Lo spettacolo sarà accompagnato dall’esibizione dei musicisti dell’ensemble Bazzini Consort.

A chiudere, sempre alle 20.30 al Bettinzoli ma sabato 22 dicembre, sarà “Tutti Frutti”: torna il circo contemporaneo della Compagnie LPM, composta da esilaranti performer di quattro diversi Paesi (Brasile, Germania, Spagna ed Ecuador) che si sono incontrati alla prestigiosa scuola di circo Le Lido di Tolosa. Il pubblico più attento potrà riconoscerli, in quanto sono già stati ospiti de La Strada Festival 2017 con un altro titolo, “Piti Peta Hoffen Show”.

> MAGGIORI INFO

Festival Wonderland, teatro e danza nazionale ed internazionale a Brescia

Festival Wonderland, teatro e danza nazionale ed internazionale a Brescia

Si apre un nuovo triennio per il Festival Wonderland che propone a Brescia il meglio della produzione di teatro e danza in ambito nazionale ed internazionale.

Wonderland 2018 inizia con una settimana di anticipo, con l’anteprima del festival a Elnòs Shopping sabato 17 e domenica 18 novembre dalle ore 11.00 alle 13.00 con la ripresa delle performance dalle ore 14.30 alle 16.30. A riprova della contaminazione sempre crescente del festival con la città, lanciamo il festival in anteprima con le Incursioni folli di Teatro Magro. Elnòs Shopping entra a far parte dei luoghi del festival come event partner. La più grande piazza dello shopping bresciano diventa il palcoscenico dei performer di Teatro Magro che sorprederanno gli avventori con azioni che non potranno passare inosservate.

Come ogni anno il festival si suddivide in due lunghi weekend dal giovedì alla domenica con una proposta incalzante di spettacoli dalla sera a notte fonda e gli immancabili dopofestival. L’inaugurazione ufficiale è nella sede di Residenza IDRA, a MO.CA, con un unico grandioso spettacolo e festa danzante di Sanpapiè/Teatro della contraddizione Balerhaus giovedì 22 novembre alle ore 20.30 nello Spazio Teatro IDRA. Lo spettacolo ribalterà letteralmente lo spazio scenico portando sul palco una vera e propria balera con incursioni di performance di danza e teatro, una festa in cui il pubblicò potrà ballare, divertirsi e sperimentare cosa è il teatro immersivo.

Si continua con Nettles, il nuovo spettacolo di Trickster –p, che sarà in scena sia venerdì 23 che sabato 24 novembre con uno degli eventi più coinvolgenti del festival. La compagnia proviene dalla Svizzera, ha girato, negli ultimi anni, i principali festival europei e nel 2017 è stata insignita del prestigioso Premio svizzero del teatro. Trickster-p farà vivere al pubblico di Wonderland un’esperienza unica per un solo spettatore alla volta attraverso un percorso individuale. Lo spettacolo si svolgerà nel Salone delle Danze dalle ore 20.00 (ultimo ingresso alle ore 22.40), è vietato ai minori di 12 anni ed il percorso non è accessibile alle sedie a rotelle, mentre la presenza di eventuali portatori di handicap con difficoltà motorie deve essere comunicata tempestivamente.

Insieme alle proposte di teatro immersivo si condensa la ricerca alla scoperta degli artisti di punta del teatro emergente. Nella ormai nota sezione DiscoveryLand quest’anno compaiono i nomi di Tommaso Monza e Andrea Baldassari che, danzando, raccontano una storia di migrazione nel loro Black Lights – Il viaggio. Lo spettacolo di teatro danza andrà in scena venerdì 23 novembre alle ore 22.00 nello Spazio Teatro IDRA. Altra sorpresa sia per il pubblico del festival che per la città arriva dalla compagnia C&C Company che, in piazzetta Sant’Alessandro di fronte a MO.CA, propone un’altra incursione cittadina con la nuova performance A Peso Morto. L’evento è gratuito a segnare una vera e propria incursione nel tessuto cittadino con l’obiettivo di incrociare, quasi inaspettatamente, anche i passanti che verranno letteralmente rapiti dalla bravura dell’interprete.

Sempre con il marchio DiscoveryLand troviamo la compagnia Bartolini/Baronio, tra i nomi più influenti della ricerca teatrale che indaga l’esposizione personale e la biografia tra parola, muscia e terrritori. Sabato 24 novembre alle ore 21.00 nello Spazio Teatro IDRA andrà in scena Dove tutto è stato preso, uno spettacolo toccante sul senso della casa, un lavoro che fa commuovere. Domenica 25 novembre con cinque repliche di venti minuti l’una dalle ore 17.00 si torna all’esperienza tutta da vivere del teatro immersivo. Roberto Abbiati, con Una tazza di mare in tempesta, guida il pubblico in una performance immaginifica ed intima, per pochi spettatori alla volta, tra le pagine emozionanti di Moby Dick.

Da quest’anno il Premio delle Arti L.A. Petroni per le compagnie emergenti entra nel cartellone di Wonderland Festival nelle serata di venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 novembre. Il primo fine settimana di festival si arricchisce delle serate di presentazione dei lavori/studi delle sette compagnie selezionate tra i finalisti che concorreranno al premio. 6 compagnie lombarde e una extra regionale presenteranno 20 minuti del proprio lavoro al pubblico, ad una giuria di giovani studenti e ad una giuria di esperti composta da: Isabella Lagattolla (direttrice artistica Festival delle Colline Torinesi), Fabio Masi (direttore artistico Armunia), Maria Pietroleonardo (direttrice artistica Pim Off), Antonella Miggiano (direttrice organizzativa Pim Off), Mario Bianchi (critico KLP), Emilio Nigro (critico Hystrio). Lo studio vincitore del Premio otterrà una residenza di produzione presso Residenza IDRA e un sostegno economico alla prodizione dal CTB.

I finalisti in gara sono: Compagnia Habitas/Theatron 2.0, Giulia Angeloni, Stefania Tansini, Fartagnan Teatro, Flavia Ripa, bologninicosta e Le Mani Nude.

Il secondo fine settimana del festival riprende giovedì 29 novembre con uno spettacolo con cena nel maestoso Salone delle Danze. Qui e Ora propone, con Saga Slasa, una vera cena da gustare ma anche da vedere e ascoltare. La cena avrà inizio alle ore 20.00, il biglietto è acquistabile solo in prevendita. Dato i numeri limitati si consiglia di acquistare i biglietti in apio anticipo. Tra gli eventi più attesi del cartellone c’è la prima nazionale del neo nato collettivo composto sa Giacomo Andrico/Elisa Apostoli/Antonio Palazzo/Elena Strada/Giuseppina Turra. Un collettivo di artisti affermati nel panorama teatrale bresciano che lavora insieme per la prima volta in occasione di Wonderland Festival 2018. Me.me.do. La meccanica del melodramma dozzinale offre una gustosa rivisitazione di uno dei testi cult del 900: Rosencrantz e Guildenstern sono morti di Stoppard. Il debutto sarà giovedì 29 novembre alle ore 22.00 con replica venerdì 30 novembre alle ore 21.15 nello Spazio Teatro IDRA.

Anche la coppia Cacciola/Granata (Premio Ubu 2016 come miglior novità drammaturgica) ricrea un viaggio sonoro intimo e toccante nel suo Farsi silenzio. Un altro spettacolo che farà immergere il pubblico attraverso l’ascolto. Gli spettatori verranno dotati di cuffie e si troveranno soli con loro stessi, nel silenzio, ad ascoltare ed ascoltarsi. Torna, nella programmazione di Wonderland 2018, anche la spumeggiante artista Licia Lanera. Quest’anno propone un percorso conturbante sulle favole nere della nostra infanzia in The Black’s Tales Tour in scena sabato 1 dicembre alle ore 20.30 nello Spazio Teatro IDRA.

Sempre sabato 1 e domenica 2 novembre, con tre repliche dalle ore 17.00, il festival chiude con un evento imperdibile. Dalla Spagna arriva a Brescia Nafrat Collectif con uno spettacolo per 25 spettatori alla volta. Nafrat. El vitage de la vergonya è un’esperienza irripetibile che pone al suo centro la riflessione sulle migrazioni. Lo spettacolo si svolgerà in un luogo segreto della città. Il ritrovo sarà nel parcheggio della Metro Poliambulanza 20 minuti prima l’inizio di ciascuna replica. Segnaliamo che lo spettacolo è vietato ai minori di 16 anni e non è raccomandato per persone con claustrofobia e persone con mobilità ridotta. Durante la seconda settimana di festival faranno incursione, tra uno spettacolo e l’altro, anche importanti occasioni di confronto ed incontro su tematiche attuali in ambito artistico.

Venerdì 30 novembre alle ore 15.00 nella Sala Alberi di MO.CA si terrà l’incontro pubblico con ingresso gratuito “Lo stato dell’arte”, in collaborazione con C.Re.S.Co. con lo scopo di far dialogare tra loro le voci più significative della creazione contemporanea italiana negli ambiti del teatro e della danza. Un’occasione per conoscere e dialogare con dei maestri del teatro contemporaneo quali Enzo Cosimi, Licia Lanera, la Compagnia Cuocolo/Bosetti e i curatori Barbara Boninsegna e Dino Sommadossi (Centrale Fies – TN). Sabato 1 dicembre, invece, sempre alle ore 15.00 sempre nella Sala Alberi di MO.CA si terrà l’incontro organizzato in collaborazione con Europe Direct Brescia dal titolo “Come la cultura può diventare volano di impegno civile e di politiche inclusive in europa”. Alle soglie delle prossime elezioni europee, Europe Direct Brescia e Wonderland Festival vogliono creare un momento di riflessione sul ruolo che la cultura può giocare nel definire l’impegno civile dei cittadini europei.