Morto Memè Perlini, protagonista del teatro d’avanguardia anni 70

Apr 5, 2017

Memè Perlini, regista, attore, scrittore di cinema e di teatro è morto a 69 anni. Il suo corpo è stato trovato stamane nel cortile del palazzo dove abitava con la badante, in via Principe Eugenio 32, nel rione Esquilino a Roma. Si è buttato dal quinto piano dove sono state ritrovate le pantofole, lasciate lì, vicino al davanzale. Da anni anche nel mondo del teatro, il suo mondo, Perlini non si vedeva e non si sentiva più. Oggi la malinconica notizia del suicidio. L’amico, Ulisse Benedetti, racconta: “La sua era una depressione grave, ma era in cura. Aveva la scrivania ingombra di farmaci”. La data dei funerali non è stata ancora fissata, spiega Benedetti, perché si attende l’arrivo a Roma della sorella di Perlini con il nipote: “Saranno loro a decidere cosa fare. Con Memé se ne va un altro importante protagonista del teatro italiano”.

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=X3eItjy3bXo[/embedyt]

Amelio “Memè” Perlini (Sant’Angelo in Lizzola, 8 dicembre 1947 – Roma, 5 aprile 2017) è stato un attore e regista italiano, attivo in cinema, teatro e televisione.Nato in una famiglia di girovaghi proprietari di giostre da luna park che battevano la Bassa padana (origini che si rifletteranno sulla sua formazione artistica), sostenitore del surrealismo e dell’arte concettuale, è considerato fra gli esponenti più rappresentativi dell’avanguardia teatrale italiana di scuola romana.

I primi due film da lui diretti sono stati inseriti nella sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes rispettivamente del 1978 e del 1987. Come autore teatrale ha scritto una cinquantina di testi, rappresentati in tutto il mondo.

Articoli correlati