La XVIII edizione del Premio Ugo Betti per la drammaturgia

Set 24, 2021

Il Centro studi teatrali e letterari Ugo Betti del Comune di Camerino presenta il bando di concorso della XVIII edizione del Premio Ugo Betti per la drammaturgia sul tema «Teatro e giustizia: la responsabilità, la colpa, il perdono». Scadenza 31 marzo 2022. La cerimonia di premiazione si terrà a Camerino il 10 giugno 2022.
Al Premio possono partecipare opere teatrali in lingua italiana di autori italiani o stranieri viventi. Ciascun autore può partecipare al Premio con una sola opera inedita. Le opere partecipanti dovranno essere improntate al tema «Teatro e giustizia: la responsabilità, la colpa, il perdono», una delle più rilevanti tra quelle affrontate da Ugo Betti nella sua attività letteraria.

Gli autori dovranno inviare alla segreteria del Premio l’allegato A del presente bando compilato in ogni sua parte, una copia cartacea dell’opera e un’altra su supporto informatico (cd/pen drive) contenente il pdf dell’opera priva di ogni riferimento anagrafico. Dovrà allegarsi, pena la non ammissione, la ricevuta del pagamento della quota di iscrizione.

Il Premio sarà assegnato a giudizio insindacabile della giuria a una sola opera, ritenuta la più meritoria, e consiste in un assegno di 3.000,00 euro e nella pubblicazione dell’opera. Il vincitore che non intendesse pubblicare l’opera nella collana «Bettiana» secondo le modalità stabilite dal Comune di Camerino deve espressamente comunicarlo nella domanda di partecipazione. In questo caso la pubblicazione dell’opera non comporterà oneri per il Comune, fermo restando l’obbligo di citare, nel caso di futura pubblicazione a proprie spese: «Opera vincitrice del XVIII Premio Ugo Betti per la drammaturgia – Camerino 2022». La giuria ha facoltà di segnalare altre opere particolarmente meritevoli.

Il testo teatrale, come specificato all’articolo precedente, dovrà essere spedito alla segreteria del Premio entro e non oltre il 31 marzo 2022 (farà fede il timbro postale). Il Comune di Camerino non risponde per eventuali disguidi, ritardi o altri accadimenti che dovessero impedire il tempestivo ricevimento delle opere nei termini descritti.

Il Premio è indivisibile. Le opere pervenute non saranno restituite. Solo il vincitore e gli eventuali segnalati verranno avvisati personalmente dal Comune di Camerino. Tutte le notizie relative alla XVIII edizione del «Premio Ugo Betti per la drammaturgia» saranno inserite nel sito ufficiale www.ugobetti.it
La partecipazione al concorso implica l’accettazione di tutte le norme contenute nel presente bando. I dati personali verranno trattati nel rispetto della normativa vigente in materia di privacy. Il foro competente per eventuali controversie è quello di Macerata.

La giuria della XVIII edizione del «Premio Ugo Betti per la drammaturgia» è composta da: Marco De Marinis, già ordinario di Discipline teatrali nel Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna (presidente); Pierfrancesco Giannangeli, docente di Storia dello spettacolo all’Accademia di Belle Arti di Macerata; Natalino Irti, allievo di Emilio Betti e docente emerito dell’Università di Roma La Sapienza, dove ha insegnato Istituzioni di diritto privato, Diritto civile e Teoria generale del diritto; Vincenzo Luzi, magistrato a riposo, cultore di studi letterari; Massimo Marino, saggista, storico, giornalista e critico teatrale. Segretaria Donatella Pazzelli. La segreteria del «Premio Ugo Betti per la drammaturgia» ha sede presso il Comune di Camerino, via Le Mosse n. 19, 62032 Camerino, tel. 0737 631385, e-mail: cultura@comune.camerino.mc.it ed è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13 e il martedì e il giovedì dalle 15 alle 17.

La cerimonia di premiazione del «Premio Ugo Betti per la drammaturgia» si terrà a Camerino il 10 giugno 2022. Il Premio dovrà essere ritirato personalmente dal vincitore. L’assenza alla cerimonia di premiazione comporterà la decadenza dall’assegnazione del Premio.

Articoli correlati