La IV edizione del Festival multidisciplinare Sempre più Fuori

Giu 17, 2024

Per la sua quarta edizione, dall’ 8 al 19 luglio il festival multidisciplinare Sempre più Fuori torna ad abitare, con il suo programma articolato e quest’anno di respiro internazionale, due magnifici luoghi che producono bellezza a Roma: l’Accademia Tedesca Roma Villa Massimo e il Goethe-Institut

E se un festival è materia viva che si cala in un tempo, dentro luoghi che lo ospitano, in un tessuto sociale, il mosaico espressivo che Sempre più Fuori prova ancora una volta a comporre, tra formati e linguaggi che alternano teatro, musica, danza, cinema, letteratura, arte, fotografia, è una mappa del contemporaneo che affianca la creatività emergente e i cult imperdibili della più recente sperimentazione artistica ad altre attività culturali, pensate come strumenti di coesione sociale e civile, con l’intento di creare cultura con contenuti e insediamento.

Sarà un’immagine dinamica, un accattivante e poliedrico viaggio nell’oggi e nel recente passato ancora da convocare su temi di grande attualità grazie a rielaborazioni altamente artistiche – spiegano i direttori artistici Antonino Pirillo e Giorgio Andriani. Quest’anno le voci e i corpi di autrici e autori della scena nazionale e internazionale, punti dai temi del presente, ci portano in una dimensione poetica di rara intensità umana. Ci siamo spinti verso un assaggio internazionale e dedicheremo molto spazio all’accessibilità, che per noi è permettere a tutte e tutti di fruire lo stesso evento insieme, senza limitazioni, ma semmai offrendo un allargamento delle potenzialità di ognuno/a: dall’audiodescrizione al linguaggio Lis, ai sottotitoli, alle Cene al buio, a incontri di sensibilizzazione. Non mancheranno i momenti conviviali. Siamo convinti che, attraverso la cultura e le buone pratiche di scambio tra i pubblici, è possibile costruire una nuova visione del futuro.

Tradizioni, generazioni e stili diversi convivono armoniosamente nel fitto cartellone di Sempre più Fuori. Ci sono: la pluripremiata compagnia catalana Agrupación Señor Serrano (Leone d’Argento), che gira a livello internazionale e porta in scena per la prima volta a Roma The Mountain; la poetessa inglese A.K. Blakemore, che parlerà con Francesca De Sanctis del suo primo romanzo, Le streghe di Manningtree, premiato in patria come miglior esordio dell’anno (vincitore del Desmond Elliot Prize); Silvia Gribaudi con il suo R. OSA, diventato un cult delle ultime stagioni, presentato per la prima volta con audiodescrizione poetica per persone cieche e ipovedenti a cura di Camilla Guarino e Giuseppe Comuniello (Al.di.qua Artists) e interpretata dal vivo da Marta Olivieri; i geniali Babilonia Teatri e La casa di Luca con lo spettacolo Pinocchio, che coinvolge persone con esiti di coma; Roberta Torre, in dialogo con Porpora Marcasciano al termine della proiezione (sottotitolata per la comunità sorda) del suo del film Le favolose. Ancora si passa dal compositore Francesco Leineri, con il suo concerto video installativo site-specific 12 motivi, al drammaturgo e attore Oscar De Summa, che celebra i dieci anni di vita di un suo grande successo, Stasera sono in vena, con una versione live con musiche curate da Corrado Nuccini (Giardini di Mirò), fino ad Alberto Boubakar Malanchino, Premio Ubu 2023 come interprete del suo racconto urbano ma anche di frontiera Sid (premio In-Box 2023), scritto e diretto da Girolamo Lucania/Cubo Teatro. Completano il cartellone la mostra installazione La Stanza delle Tazze di Remo Salvadori a cura di Zerynthia, la mostra Favolosità della fotografa Laila Pozzo che ritrae le protagoniste del film di Roberta Torre, il dj set di DJ DĖMĖ (Demetrio Castellucci), la mostra/installazione Terre Sconosciute (Flor), un progetto di Paola Di Mitri / Cranpi, l’incontro L’accessibilità come principio estetico curato da Flavia Dalila D’Amico e Diana Ciufo, due visite guidate all’Accademia Tedesca Roma Villa Massimo, raramente aperta al pubblico, e per finire due Cena al buio organizzata dall’Unione Ciechi e Ipovedenti di Roma.

Infine in entrambi i luoghi del festival è previsto uno stand enogastronomico a cura dello storico ristorante di Centocelle La Cantina di Dante, che propone piatti rivisitati della cucina romana; e la postazione di Radio Frammenti che seguirà tutto il festival con contenuti ad hoc.

Sempre più fuori è prodotto da Cranpi in collaborazione con Accademia Tedesca Roma Villa Massimo, Goethe-Institut e Biblioteche di Roma; con il patrocinio del Municipio II – Roma Capitale; con il sostegno di Fondazione Alta Mane Italia e Institut Ramon Llull; con la collaborazione di Al.Di.Qua ArtistsEnte Nazionale per la protezione e l’assistenza dei Sordi (ENS), GiantInstituto Cervantes Roma, Unione Ciechi e degli Ipovedenti Sezione Territoriale Roma (UICI), Zerynthia; e con i partner Theatron 2.0Radio FrammentiLa cantina di DanteEasylight.  

Il progetto, promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Cultura, è vincitore dell’Avviso Pubblico biennale “Estate Romana 2023-2024”, curato dal Dipartimento Attività Culturali, ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

PROGRAMMA

The Mountain, Agrupación Señor Serrano (ES)

8 e 9 Luglio ore 21.00 | Accademia Tedesca Roma Villa Massimo – Largo di Villa Massimo 1-2 

spettacolo in inglese con sovratitoli in italiano

8 luglio ore 23.00, 12 Motivi, Francesco Leineri 

10 Luglio | Accademia Tedesca Roma Villa Massimo – Largo di Villa Massimo 1-2

ore 19.00, Visita Guidata Villa Massimo

10 Luglio Accademia Tedesca Roma Villa Massimo – Largo di Villa Massimo 1-2

ore 21.00, R.osa, Silvia Gribaudi 

12 Luglio | Accademia Tedesca Roma Villa Massimo – Largo di Villa Massimo 1-2

– ore 21.00, Stasera sono in vena – Il concerto, 10 anni – live special edition, Oscar De Summa 

14 Luglio | Accademia Tedesca Roma Villa Massimo – Largo di Villa Massimo 1-2

ore 19.00, Visita Guidata Villa Massimo

14 Luglio | Accademia Tedesca Roma Villa Massimo – Largo di Villa Massimo 1-2

ore 21.00, SID – Fin qui tutto bene, Cubo Teatro 

15 luglio| Goethe-Institut – Via Savoia 15 

ore 19. 00, Terre Sconosciute (Flor), Paola Di Mitri / Cranpi (mostra/installazione visitabile fino al 19  luglio) 

15 luglio | Goethe-Institut – Via Savoia 15 

ore 19.00, La Stanza delle Tazze, Remo Salvadori (mostra/installazione visitabile fino al 19  luglio) 

15 luglio | Goethe-Institut – Via Savoia 15 

ore 19.00, Favolosità, Laila Pozzo (mostra fotografica visitabile fino al 19  luglio) 

15 luglio | Goethe-Institut – Via Savoia 15 

ore 21.00, Le favolose, Roberta Torre 

15 luglio | Goethe-Institut – Via Savoia 15 

ore 22.00, Roberta Torre in dialogo con Porpora Marcasciano 

16 Luglio | Accademia Tedesca Roma Villa Massimo – Largo di Villa Massimo 1-2

ore 21.00, Pinocchio, Babilonia Teatri e Gli Amici di Luca

16 Luglio | Accademia Tedesca Roma Villa Massimo – Largo di Villa Massimo 1-2

ore 23.00, Dj-set by DJ DĖMĖ (Demetrio Castellucci)

17 luglio | Goethe-Institut – Via Savoia 15 

ore 20.00, Francesca De Sanctis incontra A.K. Blakemore, autrice del libro Le streghe di manningtree  (Fazi Editore) 

18 luglio | Goethe-Institut – Via Savoia 15

ore 20.00, L’accessibilità come principio estetico, Incontro a cura di Flavia Dalila D’Amico e Diana Ciufo 

incontro con inteprete Lis

18 luglio | Goethe-Institut – Via Savoia 15

ore 21.00, Cena al buio, Unione Ciechi e Ipovedenti sezione territoriale di Roma – Aula 107

19 luglio | Goethe-Institut – Via Savoia 15 

ore 20.00, I percorsi possibili nel trattamento del comportamento dei disturbi alimentari, Dott. Antonio Sarnicola  

19 luglio | Goethe-Institut – Via Savoia 15ore 21.00,Cena al buio,Unione Ciechi e Ipovedenti sezione territoriale di Roma

INFO

Per info: biglietteria@cranpi.com 
Vendita online: vivaticket

Segui Theatron 2.0

Ultimi articoli

Bandi  e opportunità