Festival di cortometraggi MEMORIA CORTA – 30 Novembre

Dic 11, 2016

image002_2

La storia del nostro paese e le storie delle persone che hanno contribuito alla crescita morale e civile della nazione. Questo è il tema che unisce le opere presentate per la terza edizione del Festival di cortometraggi Memoria Corta, concorso dedicato alle tematiche della memoria storica e contemporanea italiana.

Le 8 opere finaliste del concorso saranno proiettate mercoledì 30 novembre 2016 alle ore 20 alla Casa della Memoria e della Storia (Roma), dopo essere state selezionate da una giuria composta dalla regista Elisabetta Pandimiglio, in qualità di presidente, dal regista Andrea Adriatico, da Annabella Gioia dell’IRSIFAR – Istituto romano per la storia d’Italia dal fascismo alla resistenza, dall’autore e regista Angelo Loy e dal giornalista del Daily Cinecittà News Stefano Stefanutto Rosa.

Il vincitore del concorso sarà proclamato al termine delle proiezioni e si aggiudicherà una scultura in bronzo dell’artista Orietta Rossi oltre a un buono libri da 200 euro.

Per il terzo anno, dunque, il Festival Memoria Corta invita a riflettere, ancora una volta, sul concetto di memoria attraverso lo strumento del cortometraggio, nei differenti modi di raccontare che la narrazione filmica permette. Il video rappresenta un prezioso strumento di ricerca e osservazione e la lente dell’immagine creativa o documentaria filtra, rappresentandola, una memoria viva nella società contemporanea. Un’occasione parallela alle tante iniziative – mostre, seminari, presentazioni di libri, dibattiti, convegni, letture – che la Casa della Memoria propone per verificare quali segni e quale eredità ha lasciato la storia del Novecento nel nostro paese e quale lettura ci restituisce rispetto alle vicissitudini attuali che lo attraversano. Nella forma del documentario, le opere selezionate si possono leggere come uno spaccato della società odierna, in via di cambiamento persino antropologico; il passato e il presente sembrano rincorrersi ponendo nuove domande che richiedono nuovi sguardi e nuove interpretazioni per tentare di capire il presente.

L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale – Dipartimento Attività culturali – Direzione organismi partecipati e spazi culturali in collaborazione con Zètema Progetto Cultura.

 

Per le informazioni sulle opere finaliste clicca qui

Articoli correlati