Il 30 giugno 2020 la Space X di Elon Musk invia due astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Inizia ufficialmente la privatizzazione del programma spaziale.

Il 29 marzo 2020 all’Inubozaki Marine Park, in Giappone, muore Honey, nota alle cronache come “il delfino più solo al mondo”. Da circa un anno il parco versava in stato di abbandono.

Il 21 aprile 1977 il fumettista argentino Hector Oesterheld, autore della graphic novel El Eternauta, è prelevato da una squadra armata sotto il regime di Videla.

Nel 1958 il documentario White Wilderness, della Disney, crea il mito del suicidio di massa dei lemming.

Il 1° settembre 1859 l’astronomo Richard Carrington registra la più grande tempesta geomagnetica mai osservata, nota come Evento di Carrington.

Tra i 360 e i 400 milioni di anni fa, le prime specie di vertebrati derivati dai pesci crossopterigi cominciano ad abbandonare gli oceani, dando inizio alla colonizzazione delle terre emerse.

Eternauti è un dittico a montaggio alternato. Due storie che corrono in parallelo senza toccarsi. In entrambe fa da sfondo una catastrofe, o meglio l’idea di una catastrofe, appena avvenuta o di là da venire. Nel testo echi, risonanze, immagini travasano dall’uno all’altro mondo, suggerendo simmetrie che possono essere sviluppate in scena. Vorrei solo che si tenesse conto di un punto: una realtà in crisi si manifesta attraverso crepe e voragini nella concezione del reale. La distinzione tra ciò che accade e ciò che non accade non è pertinente, tra gli eventi e i loro fantasmi resta un’indecidibilità a cui non va data soluzione.

(Dario Postiglione)

Anno di stesura: 2023

i

Numero pagine: 50

Numero personaggi: 6 (per 2 vicende distinte e parallele: può essere messo in scena con 3 interpreti)

R

Testo già rappresentato: NO

SINOSSI

Da qualche parte sul pianeta Terra, nel nostro presente o in qualche immediato futuro. Un ragazzo e una ragazza tra i venti e i trent’anni, l’uno chiuso nella sua stanza al sesto piano di un palazzo di periferia, l’altra a bordo vasca di un delfinario in stato di abbandono. Due forme singolari di estraniazione in due non-luoghi dell’infinita provincia occidentale. All’orizzonte, o appena alle loro spalle, l’Onda.

Il testo è un dittico che procede alternando due vicende, autonome ma speculari. Gli eternauti sono personaggi che abitano un esilio mentale, affetti da uno strano sonnambulismo della volontà, col poco che hanno creano mondi alieni in cui perdersi o continuare a vagare sul posto. La loro è una forma di difesa da una realtà ostile e in sfacelo, in cui è crollata ogni prospettiva di rivolta o cambiamento ed è rimasta solo la speranza della catastrofe. Che avviene e non cambia nulla, o è sempre a distanza di un passo. Una generazione costretta a vivere di fronte al limite immaginario o reale di un’estinzione di specie, a cui è stato banalmente cancellato il futuro.

RICHIEDI IL TESTO INTEGRALE

Compila il form per ricevere gratuitamente il testo integrale.
Lo invieremo alla tua mail il prima possibile!

Vuoi ricevere il testo integrale "Eternauti" di Dario Postiglione?

11 + 6 =