Premio Hystrio scritture di scena, pubblicato il bando dell’undicesima edizione

Parte l’undicesima edizione del Premio Hystrio-Scritture di Scena, aperto a tutti gli autori di lingua italiana ovunque residenti entro i 35 anni. In considerazione della situazione straordinaria verificatasi a seguito della pandemia, anche per l’edizione 2021 l’ultimo anno di nascita considerato valido per l’ammissione è il 1985.

Premi assegnati:

• Premio Hystrio-Scritture di Scenamise en espace del testo vincitore durante una delle serate della 30a edizione del Premio Hystrio (Milano, Teatro Elfo Puccini, 17-20 maggio 2021); pubblicazione del testo vincitore sulla rivista Hystrio; colloquio formativo riservato al vincitore con alcuni membri della giuria, per meglio approfondire punti di forza e di eventuale criticità del testo premiato.
• Partecipazione al Progetto Situazione Drammatica, in collaborazione con la rassegna Il Copione, per uno o più testi selezionati che verranno fatti oggetto di una lettura scenica nell’ambito delle iniziative di promozione della nuova drammaturgia organizzate a Milano e a Roma, nel corso del 2021.
• Segnalazione Scritture di Scena-Beyond Borders?, in collaborazione con Pav, a un testo che affronta in modo interessante il tema del confine (geografico, culturale, simbolico). Il testo segnalato sarà pubblicato presso l’editore Cue Press e l’autore inserito nel database europeo di Fabulamundi.
• Segnalazione In Scena! Italian Theater Festival NY, in collaborazione con Casa Italiana Zerilli-Marimò di New York. Al segnalato una residenza di 15 giorni a New York, la traduzione del testo in inglese per mano di un traduttore specializzato, la pubblicazione in Usa e la mise en espace nell’ambito del Festival In Scena! che si svolgerà a New York a maggio 2022 (è utile una conoscenza anche scolastica della lingua inglese).

Regolamento e modalità di iscrizione:

– I testi concorrenti dovranno costituire un lavoro teatrale in prosa di normale durata. Non saranno ammessi al concorso lavori già pubblicati o che abbiano conseguito premi in altri concorsi. Qualora il testo ricevesse un premio o una pubblicazione nel corso del Premio Hystrio-Scritture di Scena, è fatto obbligo all’autore di comunicarlo tempestivamente alla segreteria del Premio.
– Non sono ammessi al Premio coloro che sono risultati vincitori di una delle passate edizioni.
– Se la Giuria del Premio, a suo insindacabile giudizio, non ritenesse alcuno dei lavori concorrenti meritevole del Premio, questo non verrà assegnato.
– La quota d’iscrizione, che comprende un abbonamento annuale alla rivista Hystrio, è di euro 45 da versare con causale: Premio Hystrio-Scritture di Scena, sul Conto Corrente Postale n. 000040692204 intestato a Hystrio-Associazione per la diffusione della cultura teatrale, via Olona 17, 20123 Milano; oppure attraverso bonifico bancario sul Conto Corrente Postale n. 000040692204, IBAN IT66Z0760101600000040692204. Le ricevute di pagamento devono essere complete dell’indirizzo postale a cui inviare l’abbonamento annuale alla rivista Hystrio. I lavori dovranno essere inviati alla Redazione Hystrio, secondo le modalità indicate qui di seguito, entro e non oltre il 20 gennaio 2021. I lavori non verranno restituiti.
– Le opere dovranno pervenire mediante posta elettronica all’indirizzo premio@hystrio.it(nell’oggetto dell’email indicare “Iscrizione Scritture di Scena”). Nella email dovranno essere presenti i seguenti allegati: a) file in formato word o pdf del testo rigorosamente anonimo (il nome dell’autore non dovrà comparire in alcuna parte del testo); b) copia di un documento d’identità valido; c) un file di testo riportante, nell’ordine, nome e cognome dell’autore, titolo dell’opera, indirizzo, recapito telefonico ed email; d) una nota biografica dell’autore (massimo 2.000 caratteri); e) ricevuta del pagamento della quota d’iscrizione. Non saranno accettate iscrizioni prive di uno o più dati richiesti né opere che contengano informazioni differenti da quelle richieste.
– I nomi del vincitore e dei segnalati saranno comunicati ai concorrenti e agli organi di informazione entro fine aprile 2021.
– Il testo vincitore e i segnalati avranno l’obbligo di inserire la dicitura “testo vincitore/segnalato al Premio Hystrio-Scritture di Scena 2021” in ogni futura pubblicazione o messinscena.

La giuria sarà composta da: Ferdinando Bruni (presidente), Federico Bellini, Laura Bevione, Fabrizio Caleffi, Roberto Canziani, Sara Chiappori, Claudia Cannella, Renato Gabrielli, Tindaro Granata, Stefania Maraucci, Roberto Rizzente, Letizia Russo, Francesco Tei e Diego Vincenti.

Condividi:

TRAC, bando per 5 residenze digitali per compagnie pugliesi

Pubblichiamo il comunicato stampa di presentazione del bando per cinque residenze digitali presentato da Trac – teatri di residenza artistica contemporanea.

Il TRAC è un Centro teatrale diffuso nato dalla sinergia tra le periferie della Regione Puglia, che si fonda su questo assunto di partenza: la pratica e la ricerca artistica sono strumenti che incidono sulla qualità della vita di un territorio, così come la specificità di un territorio e della comunità che lo abita incidono sulla qualità della pratica e della ricerca artistica. In questo particolare momento storico, dominato da un’emergenza sanitaria che sta diventando progressivamente emergenza economica, sociale e culturale, sentiamo ancora più urgente la nostra mission tanto nei confronti delle nostre comunità di riferimento, quanto nei confronti di un sistema dello spettacolo dal vivo che ha mostrato tutta la sua fragilità e di cui – come Residenze – siamo forse l’anello meno coriaceo, ma certamente il più elastico (e quindi con maggiore capacità di rispondere al presente). Crediamo che uno degli obiettivi principali dell’arte in questo momento sia di sopperire al distanziamento fisico con la vicinanza sociale, e crediamo sia importante rafforzare la qualità di prossimità. 

A tal proposito nasce, come prima azione del neo riconfermato TRAC, il bando per residenze digitali rivolto a compagnie, artisti e performer pugliesi. Le compagnie Bottega degli Apocrifi, Tra il dire e il fare/La luna nel lettocooperativa teatrale CREST, Factory Compagnia Transadriatica, Principio Attivo Teatro, che nel 2018 hanno dato vita al TRAC_Centro di Residenza Pugliese promuovono un bando al fine di individuare 5 progetti artistici presentati da compagnie, artisti e performer residenti e operanti in Puglia, che saranno ospitati in Residenza digitale tra dicembre 2020 e marzo 2021. 

TRAC, in sede di valutazione, si riserva di considerare come elementi di premialità ai fini dell’individuazione dei vincitori del bando: progetti di spettacolo destinati alle nuove generazioni; progetti di spettacolo rallentati o bloccati a causa dell’emergenza sanitaria in atto; progetti di spettacolo di soggetti cosiddetti trampolino, ovvero non precedentemente scritturati da altre realtà.  

Per partecipare al bando, artisti e compagnie dovranno candidarsi entro e non oltre la mezzanotte del 10 dicembre 2020. Requisiti e modalità di partecipazione al bando sono consultabili sul sito http://www.tracresidenzeteatrali.it nella sezione dedicata ai bandi. 

Condividi:

Bando Next laboratorio delle idee per la produzione e distribuzione dello spettacolo dal vivo lombardo

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Autonomia e Cultura, Stefano Bruno Galli, ha stanziato 438.000 euro per la realizzazione del progetto Next – laboratorio delle idee per la produzione e distribuzione dello spettacolo dal vivo lombardo – edizione 2020.

L’iniziativa di Regione Lombardia in collaborazione con l’Unione Regionale AGIS (Associazione Generale Italiana Spettacolo), ha l’obiettivo di incentivare la produzione e la distribuzione di spettacoli dal vivo degli organismi teatrali lombardi e, nello stesso tempo, rafforzare e sviluppare la rete di contatti tra operatori a livello nazionale e internazionale. Il progetto Next, anche per l’edizione 2020, così come dal 2014 al 2019, è realizzato in partnership con la Fondazione Cariplo.

Next rappresenta un caso unico di una vera e propria ‘borsa teatrale’ in Italia e un’occasione di incontro e scambio di idee, progetti e partnership produttive. In pratica un luogo di confronto tra la domanda e l’offerta di spettacolo, di valorizzazione delle intelligenze creative del territorio.

Attraverso uno specifico invito pubblico, che sarà pubblicato su Bollettino ufficiale della Regione e sul portale istituzionale di Regione Lombardia, saranno individuati soggetti di produzione nel campo della prosa, danza, multidisciplinare e circo contemporaneo e teatro per l’infanzia e la gioventù. I materiali degli spettacoli selezionati saranno caricati su una piattaforma che potrà diventare la vetrina delle produzioni per gli operatori nazionali.

“Si tratta – ha dichiarato l’assessore Stefano Bruno Galli – di una vera e propria opportunità per il mondo del teatro, ma anche per il nostro territorio, attraverso una sinergia virtuosa tra amministrazione pubblica e soggetti privati, che in passato ha dato risultati molto significativi. Il bando dell’edizione di quest’anno di Next è stato rivisto alla luce della crisi che ha investito le attività culturali a causa della pandemia”.

“Un’occasione importante per il settore dello spettacolo dal vivo – ha concluso l’assessore regionale all’Autonomia e Cultura – penalizzato dalle misure adottate per contrastare l’emergenza epidemiologica. È di vitale importanza continuare a produrre e distribuire proposte di qualità. Perché produrre e distribuire non significa altro che lavorare e non fermarsi, significa farsi trovare pronti per quando questa crisi sarà finita”.

Condividi:

Pubblicati i bandi In-box e In-box verde 2021

In un momento difficile e pieno di incertezze come quello che stiamo attraversando, il progetto In-Box prosegue nell’opera di promozione che da sempre lo caratterizza pubblicando i bandi di partecipazione a In-Box e In-Box Verde 2021. In palio complessivamente fino a un massimo di 91 repliche. C’è tempo fino alle 12 del 29 dicembre 2020 per presentare le candidature. 

ART.1 – Finalità del bando

In-Box sostiene la crescita di una domanda e una offerta teatrali ampie e qualificate attorno al teatro emergente e ai linguaggi del contemporaneo, favorendo il ricambio generazionale.
Per perseguire questi obiettivi In-Box offre spazi di visibilità e confronto attraverso la circuitazione di una rosa di spettacoli che saranno inseriti nelle programmazioni 2021-2022 e 2022-2023 dei Partner della rete.

ART. 2 – A chi si rivolge

Il bando è rivolto ad artisti e compagnie emergenti di ogni età.
In-Box definisce emergenti quelle compagnie le cui opere hanno un alto livello artistico a cui non corrisponde ancora un’adeguata visibilità presso pubblico, operatori e critica.

ART. 3 – Tipologia di spettacoli proponibili

Possono partecipare ad In-Box gli spettacoli di teatro e le proposte che, tenendo sempre al centro della propria poetica il linguaggio teatrale, si aprono alla contaminazione con gli altri linguaggi della scena.
Ogni nucleo artistico può partecipare al presente bando con una sola proposta1. Ogni nucleo può, inoltre, partecipare con un altro spettacolo di teatro ragazzi al bando In-Box Verde.

ART. 4 – Produzioni ammissibili

Possono partecipare a In-Box:
A) spettacoli in forma definitiva (sono ammessi sia spettacoli che hanno già debuttato sia spettacoli inediti, purché la produzione sia, al momento della partecipazione, nella sua forma definitiva);
B) spettacoli di una durata superiore ai 45 minuti effettivi (escludendo quindi momenti di buio non strettamente riconducibili allo spettacolo, titoli di testa/coda, applausi);
C) spettacoli che abbiano debuttato dopo l’1/1/2017;
D) nuclei artistici professionali con sede in Italia;
E) le produzioni di artisti professionisti italiani e/o residenti in Italia2;
F) le produzioni delle Imprese di Produzione di Teatro beneficiarie di contributo FUS (cfr. art. 13 commi 1, 2, 3, 4, 6 DM 17 luglio 2017);
G) le produzioni delle Imprese di Produzione di Danza beneficiarie di contributo FUS (cfr. art. 25 commi 1 e 2 DM 17 luglio 2017);
H) le produzioni delle Imprese di Produzione di Circo beneficiarie di contributo FUS (cfr. art. 31 commi 1, 3, 4 DM 17 luglio 2017);
I) le produzioni dei soggetti titolari di Residenza Artistica (cfr. art. 43 DM. 17 luglio 2017);
L) le produzioni di compagnie professionali sostenute dai Festival beneficiari di contributo FUS (cfr. artt. 17, 29, 32, 40 DM. 17 luglio 2017).
M) le produzioni di compagnie non sovvenzionate dal Ministero co-prodotte da enti percettori di FUS 2018-2020 non espressamente citati nei commi F, G, H, I, L del presente articolo. La compagnia co-prodotta dovrà comunicare in fase di iscrizione chi si intesterà i C1 e le agibilità di tutte le repliche della tournée In-Box. In-Box, in questo momento di particolare difficoltà, ritiene opportuno andare incontro alle esigenze delle compagnie rendendo meno stringenti alcuni criteri di ammissibilità al bando.
Si fa riferimento in particolare (art. 4, comma M) alla possibilità di partecipazione data agli spettacoli co-prodotti da quegli enti percettori FUS 2018-2020 non citati nei commi F,G,H,I,L del presente articolo. Si tratta di un’apertura sperimentale che nasce dalla volontà di intercettare quella parte delle compagnie emergenti che operano in collaborazione con soggetti “ministeriali” e, al contempo, valorizzare il sostegno alla creatività emergente dei soggetti riconosciuti.

ART. 5 – Esclusioni

Sono escluse dal presente bando:
A) le produzioni delle compagnie amatoriali;
B) le produzioni di tutti i soggetti percettori di contributi FUS nel triennio 2018-2020 non espressamente citati nell’art. 4;
C) le produzioni dei Partner di In-Box e In-Box Verde3;
D) le produzioni sostenute da un Partner In-Box4 attraverso il conferimento di fondi/beni/servizi a fronte di un vantaggio economico o economizzabile5;
E) le produzioni delle compagnie che, a partire dal 2010, si sono aggiudicate il titolo di Vincitore In- Box.

ART. 6 – Modalità di partecipazione

Entro e non oltre le ore 12.00 del 29 dicembre 2020 i soggetti interessati devono completare la procedura di iscrizione on-line su SONAR motore di ricerca del teatro emergente (www.ilsonar.it) che si articola in 5 fasi:

A) creazione del proprio profilo compagnia;
B) inserimento dei dati dello spettacolo;
C) caricamento del video integrale;
D) compilazione del form dedicato alle repliche passate dello spettacolo;
E) iscrizione al bando In-Box 2021 mediante il pulsante “In-Box” presente nel proprio profilo compagnia.

È possibile partecipare al presente bando con spettacoli già caricati su Sonar, entrando nel proprio profilo e iscrivendo lo spettacolo a In-Box 2021 (cfr. fasi D ed E sopra descritte). Una volta completata correttamente l’iscrizione Sonar invia una email automatica di conferma.

Clicca qui per leggere il bando integrale In-Box
Clicca qui per il bando integrale In-Box Verde. 

LA RETE IN-BOX

In-Box è una rete di teatri, festival e soggetti istituzionali che promuove alcune delle esperienze produttive più interessanti della scena emergente italiana. In-Box definisce emergenti quelle compagnie le cui opere hanno un alto livello artistico a cui non corrisponde ancora un’adeguata visibilità presso pubblico, operatori e critica. Grazie alla trasversalità di sguardi dei componenti della sua rete, il progetto seleziona spettacoli capaci di dialogare in maniera incisiva con più pubblici rappresentando al meglio il tempo presente. Attraverso la sua azione promozionale e distributiva In-Box intende contribuire al rinnovamento del teatro italiano sostenendo la continuità della ricerca artistica e la dignità economica del lavoro delle compagnie attraverso l’acquisto di repliche a cachet di spettacoli già prodotti.

Condividi:

Premio Carlo Annoni per testi teatrali a tematica LGBT+

Il premio internazionale Carlo Annoni è riservato a testi teatrali a tematica LGBT+ e sulle diversità nella sfera dell’amore, della società, della politica e della cultura.

Il Premio Carlo Annoni 2021 è dedicato a tutti coloro che in Italia e nel mondo lottano per aver riconosciuto il diritto di amare e contro le discriminazioni dovute all’orientamento sessuale.

Saranno premiati due testi, uno in lingua italiana e uno in lingua inglese con 1.000 euro ciascuno. Saranno inoltre assegnate le seguenti menzioni speciali:

  • MENZIONE HUMOUR: una menzione speciale potrà essere assegnata a testi comici sulla vita di relazione.
  • MENZIONE CORTI: una menzione speciale verrà assegnata a un corto teatrale  della durata di massimo 10 minuti.
  • MENZIONE RICHIEDENTI ASILO: una menzione speciale potrà essere assegnata a un testo che metta al centro la condizione dei richiedenti asilo che  lasciano il proprio paese perché vittime di persecuzioni che riguardano l’orientamento sessuale.

Non viene richiesta una quota di partecipazione. Verranno presi in considerazione anche testi già rappresentati. La premiazione si svolgerà nel mese di settembre 2021.

I testi e i video devono essere inviati entro il 30 aprile 2021 all’indirizzo info@premiocarloannoni.eu

www.premiocarloannoni.eu

Condividi:

Percorso formativo gratuito con il Teatro dei Venti per attori e attrici under 25

Il Teatro dei Venti apre la chiamata per l’avvio di un percorso formativo gratuito, rivolto ad attori e attrici under 25, domiciliati in Emilia Romagna, nel periodo dicembre 2020-maggio 2021. Richiesta disponibilità totale per tutto il periodo. Il percorso si apre con un incontro preliminare nelle giornate del 21 e 22 novembre, dopo le quali saranno selezionati i partecipanti definitivi.

PER CHI?
La chiamata è riservata ad attori e attrici di età compresa tra i 18 e i 25 anni e domiciliati stabilmente in Emilia-Romagna, e interessati a un percorso formativo gratuito nel periodo dicembre 2020-maggio 2021, con possibilità di avviare una collaborazione artistica con il Teatro dei Venti.

LA SELEZIONE
Per inviare la propria domanda di partecipazione all’incontro formativo del 21 e 22 novembre occorre compilare il modulo al seguente link: https://forms.gle/mmcj3pWAAy7qukTt7

Nel modulo si richiede una sintesi del curriculum artistico e formativo + una lettera motivazionale.

Scadenza invio domande: martedì 17 novembre.
Comunicazione esito prima selezione: mercoledì 18 novembre.

INCONTRO FORMATIVO DEL 21 E 22 NOVEMBRE
L’incontro formativo sarà guidato dal regista Stefano Tè e dagli attori del Teatro dei Venti e si svolgerà nel rispetto dei protocolli per il contenimento della diffusione del virus Covid-19.

COSTO 
La partecipazione è gratuita, previa selezione.

DOVE
Da remoto o presso la sede del Teatro dei Venti, in Via San Giovanni Bosco, 150 – Modena.

INFO E CONTATTI
Tel: 059 7114312 – 389 7993351
Mail: formazione@teatrodeiventi.it

SULLA COMPAGNIA 
Il Teatro dei Venti nasce a Modena nel 2005 e svolge la sua attività in quattro ambiti diversi, ma correlati: produzione di spettacoli, progettazione in ambito socio-culturale, formazione e organizzazione di festival e rassegne. Ha sviluppato una propria ricerca artistica con una particolare attenzione al Teatro negli spazi urbani, approfondendo l’utilizzo di trampoli e di scenografie mobili di grande impatto. Con i suoi spettacoli ha realizzato tournée in Italia e all’estero, in Francia, Inghilterra, Spagna, Polonia, Serbia, Croazia,  Romania, Lituania, Germania, Montenegro, Taiwan, India, Argentina. 

Membro del Coordinamento Teatro Carcere Emilia-Romagna, conduce percorsi formativi permanenti presso la Casa di Reclusione di Castelfranco Emilia e la Casa Circondariale di Modena. Sempre in ambito sociale promuove progetti di Cooperazione Internazionale (Mozambico, Serbia, Senegal) e nel campo della Salute Mentale in collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale dell’Ausl di Modena. Dal 2012 organizza Trasparenze > Festival e Residenze Teatrali per la promozione della scena teatrale contemporanea. Dal 2015  al 2017 ha portato avanti il progetto “Urban Theatre Experience” con il sostegno di Funder 35 – fondo per l’impresa culturale giovanile. Nel biennio 2017-2018 ha condotto un laboratorio con i richiedenti asilo del progetto “Mare Nostrum” in collaborazione con la Cooperativa Caleidos, con il quale ha vinto il bando MigrArti 2018. Nel 2019 ha debuttato con “Moby Dick”, liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Melville, spettacolo che prosegue la ricerca sviluppata nell’ambito del teatro negli spazi urbani e a contatto con le comunità, con tournée in Italia, Lituania, Germania, Gran Bretagna. Con lo spettacolo “Moby Dick” ha vinto il Premio Ubu 2019 per l’allestimento scenico, il Premio Rete Critica 2019 per la progettualità/organizzazione, il LastSeen2019, spettacolo dell’anno per la rivista Krapp’s Last Post. Sempre nel 2019 ha avviato il progetto “Free Man Walking”, sostenuto da Creative Europe e basato sulla produzione artistica e la formazione teatrale in Carcere, con partner provenienti da diversi paesi. All’interno di questo progetto è in corso di produzione lo spettacolo Odissea, con debutto previsto nel maggio 2021.

www.teatrodeiventi.it

Condividi:
Sostegni

Il Teatro di Napoli indice il Premio Leo de Barardinis per artisti e compagnie Under 35

È intitolato a Leo de Berardinis – tra i maggiori protagonisti del teatro contemporaneo italiano dalla seconda metà del 900, maestro autorevole e riferimento alto per intere generazioni nella cui copiosa parabola artistica un ruolo centrale è stato l’immaginario della tradizione teatrale napoletana – il bando, promosso dal Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, a sostegno della produzione teatrale di compagnie e artisti Under 35 per promuovere nuovi talenti emergenti operativi sul territorio regionale.

Il bando prevede un contributo economico e un tutoraggio produttivo a sostegno dei progetti selezionati. Saranno scelti tre progetti di nuova creazione, due dei quali saranno programmati al Ridotto del Teatro Mercadante, ed uno, selezionato per il suo particolare carattere interdisciplinare, sarà programmato al Museo Madre, spazio con la quale il Teatro di Napoli ha stabilito una collaborazione.

>> LEGGI IL BANDO COMPLETO <<

Condividi:

Bando AiR – Artisti in residenza. Call per coreografi, coreografe e compagnie di danza

È online il bando AiR – Artisti in residenza 2021, per selezionare due progetti creativi per una residenza alla Lavanderia a Vapore di Collegno.

La call ha carattere nazionale e si rivolge a coreografi, coreografe e compagnie di danza residenti sul territorio nazionale (con sede legale e operativa sul territorio nazionale), senza limiti di età. I progetti che saranno selezionati dalla RTO della Lavanderia a Vapore avranno a disposizione una residenza creativa di 15 giorni anche non consecutivi nella casa della danza di Collegno nel corso del 2021. Invio candidature entro il 12 novembre 2020 h.12

Info https://www.lavanderiaavapore.eu/2020/10/03/bando-air-artisti-in-residenza-2021/

Inoltre in collaborazione con Zerogrammi viene lanciata la call per Permutazioni 2021, coworking coreografico, un osservatorio sulla produzione coreografica che mette in dialogo artisti operanti nell’ambito dei linguaggi coreutici, uno spazio ospitale per sviluppare la propria idea creativa dedicato alla ricerca, al perfezionamento e alla produzione artistica, mettendo in relazione esperienze, competenze e buone pratiche.

Anche per questo bando, a carattere nazionale, non ci sono limitazioni di età ma è richiesta una presenza costante presso lo spazio Casa LUFT di Torino per prendere parte alle iniziative del coworking e dei suoi partner. La commissione selezionerà un progetto che risiederà a Casa Luft nel periodo indicativo tra febbraio e dicembre 2021. Invio candidature entro 12 novembre 2020 h. 12.

Info https://www.lavanderiaavapore.eu/2020/10/03/bando-permutazioni-2021/

Condividi:

Teatro Fraschini di Pavia: audizione per danzatori e danzatrici

La Fondazione Teatro Fraschini di Pavia cerca 5 danzatrici e 5 danzatori professionisti per una nuova produzione, Can’t believe the way we flow, con la coreografia di Oliviero Bifulco, che andrà in scena tra il 21 e il 23 dicembre 2020.

L’audizione è su invito e si terrà lunedì 19 ottobre 2020 dalle 11.00 alle 14.00. Si richiede disponibilità su novembre e dicembre 2020, ma il calendario prove sarà comunicato successivamente.

REQUISITI:
  • forte base classica
  • esperienza in danza contemporanea
  • maggiore età

Le audizioni si terranno presso il Teatro Fraschini di Pavia. Le spese viaggio da e per Pavia non sono rimborsate.

Per candidarsi, inviare entro e non oltre le 12.00 del 15 ottobre 2020 a produzione@teatrofraschini.org indicando in oggetto nome, cognome e la dicitura “Candidatura produzione danza” i seguenti materiali:

  • curriculum vitae
  • video di un solo preferibilmente contemporaneo
  • una foto in primo piano e una a figura intera.

I candidati selezionati riceveranno una convocazione via mail entro il 16 ottobre 2020.

www.teatrofraschini.it

Condividi:

Motus cerca interpreti per la sua nuova produzione

La compagnia di Rimini, fondata da Enrico Casagrande e Daniela Nicolò nel 1991, cerca figure (interpreti e sound designer) da selezionare attraverso una residenza.

ANNUNCIO

Stiamo cercando nuov_ interpreti e un/a musicista/sound designer per TUTTO BRUCIA la nuova produzione di Motus debutterà a marzo 2021. Questo titolo viene da una frase di Cassandra nella riscrittura delle Troiane di Jean Paul Sarte e già di per sé mette a nudo la traiettoria di questo nuovo progetto. Da tempo avevamo desiderio di continuare lo scavo, dopo il viaggio dentro l’Antigone, fra le più scomode figure femminili del tragico che ancora oggi riverberano. Sarà un percorso di ricerca stratificato, che dalle funeste visioni delle Troiane di Euripide andrà a intercettare, parallelamente, le voci delle schiave di oggi che arrivano per mare in Europa.

Stiamo cercando interpreti dalla formazione eterogenea fra danza e teatro, di fondo con una buona preparazione fisica e vocale.

Il primo periodo di ricerca a L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino | Centro di Residenza Emilia-Romagna – condotto dal 3 al 17 novembre da Enrico Casagrande, Daniela Nicolò e Silvia Calderoni, con la collaborazione drammaturgica di Ilenia Caleo – sarà essenzialmente rivolto a condividere le iniziali domande sul percorso. Al centro la ricerca del movimento, della ritmica collettiva interna a Tutto Brucia, nonché l’individuazione di 4 interpreti che comporranno, con Silvia Calderoni, il nuovo cast di questo spettacolo tra(n)sformativo per noi, e, ci auguriamo, per chi ne farà parte.

Sia per le restrizioni Covid che per la modalità di lavoro, che cercherà di scavare nella capacità compositiva di ciascun partecipante, lavoreremo per tre giorni con gruppi di soli 4 performer alla volta, per un totale di 20 partecipanti.

Per partecipare ti chiediamo di inviare entro l’11 ottobre a callmotus@gmail.com curriculum, fotografie (possibilmente due immagini, un primo piano e una a figura intera in un file separato) e un breve video di 2 minuti al massimo in cui di fronte a una camera, che può essere un banale telefono, insceni in solitudine una trasformazione radicale del tuo corpo: provi a diventare altro da te, con oggetti, vestiti, maquillage, effetti speciali (non digitali) … o anche con solo la forza mutante della tua espressività facciale e muscolare. Questa creatura-altra può poi tentare un piccolo assolo fisico/testuale o anche canoro: scegli la modalità che trovi più affine.

Per i/le musicist_ chiediamo di inviare, oltre a curriculum ed eventuali composizioni, un breve video di 2 minuti che vi ritrae mentre state suonando.

I video, in formato MP4, MOV o AVI dovranno essere inviati tramite link condivisibile (con programmi come Google Drive, Dropbox, YouTube, Vimeo o simili) e non allegati alla email di candidatura come file.

Invieremo una risposta a tutt_ entro il 20 ottobre. Speriamo davvero di incontrarti a Mondaino!

Informazioni organizzative:

• Il workshop ha una durata di tre giorni, che verranno indicati nella eventuale comunicazione di selezione.

• La partecipazione è gratuita e comprensiva di vitto e alloggio presso la Casa Foresteria Arboreto.

• È richiesto il tesseramento all’Associazione culturale l’Arboreto per la copertura assicurativa (costo 15 euro).

Condividi: