Prorogato il bando di concorso del Premio Scenario Infanzia 2022

Prorogato il bando di concorso del Premio Scenario Infanzia 2022

È stato prorogato al 10 novembre il termine di scadenza del Bando di Concorso – scaricabile dal sito www.associazionescenario.it – della nona edizione del Premio Scenario infanzia 2022 rivolto a progetti teatrali originali e inediti riservati a spettatori bambini, ragazzi, adolescenti che da quest’anno dovranno essere inviati esclusivamente online.

Promosso e sostenuto dai 35 soci dell’Associazione Scenario e realizzato con il contributo del MiC, il Premio nasce con lo scopo di incentivare nuove idee, progetti e visioni per un teatro rivolto ai nuovi spettatori, favorendo originali percorsi di ricerca nell’ambito dei linguaggi rivolti all’infanzia e all’adolescenza, nella consapevolezza che l’universo dei bambini e dei ragazzi presenta necessità, tematiche, poetiche in continuo e veloce mutamento. Il rinnovamento generazionale rappresenta una risorsa indispensabile per un settore che, nato all’insegna della ricerca (di nuovi linguaggi per nuovi spettatori), deve continuare a interpretare un immaginario giovanile in continua e rapida evoluzione, con gli strumenti dell’invenzione, della fantasia, dello stupore, oltre i limiti delle definizioni di “genere” e anche delle professionalità esistenti.

Osservatorio del nuovo, occasione di censimento, dialogo e confronto per le giovani generazioni, Scenario lavora da sempre in quel territorio che precede la formalizzazione della ricerca: accoglie progetti che non sono ancora diventati spettacolo, ma che appartengono a necessità e linguaggi in via di esplorazione. Sua vocazione primaria è quella di documentare e comprendere – oltre che selezionare e premiare – le diverse modalità di avvicinamento al teatro da parte dei giovani artisti.

A questo scopo si sviluppa il rapporto fra l’Associazione e i partecipanti attraverso la rete delle Commissioni zonali, con momenti di incontro, sostegno e verifica, non limitati alla fase di selezione, ma protratti lungo tutto il percorso di elaborazione dei progetti e fino al debutto dello spettacolo vincitore.

Il termine infanzia, che si è voluto associare al nome del Premio, non si intende legato all’età anagrafica ma a una stagione dello spirito, che attiene al mutamento e alla ricerca costante, all’apertura, all’ascolto, al di fuori di consuetudini e categorie. Non teatro minore (o per un pubblico considerato minore), ma intrinsecamente senza confini, perché ancora da inventare nello sguardo aperto di uno spettatore “innocente”: non in-formato del linguaggio e delle convenzioni del teatro. Lo scenario dell’infanzia vuole essere il teatro che ritrova la sua infanzia, la condizione della sua nascita, in riferimento agli spettatori che custodiscono in sé l’attitudine allo stupore e alla sperimentazione tipici di questa stagione della vita.

Il bando si rivolge ad artisti esordienti, gruppi di recente formazione, soggetti impegnati in nuovi percorsi di ricerca; i partecipanti (registi, attori, drammaturghi, scenografi, musicisti, tecnici e qualunque altro ruolo) non devono avere compiuto i 35 anni di età (singolarmente) alla data di scadenza del bando e non devono appartenere a strutture riconosciute e sovvenzionate.

Ad essere privilegiati sono i progetti fortemente innovativi, portatori di approcci, pensieri e necessità artistiche originali. Si terrà conto di criteri di qualità, in sintonia con il referente bambino o ragazzo, si apprezzerà la sperimentazione di nuovi linguaggi e risorse tecnologiche, ma anche la profondità delle motivazioni artistiche e dello spessore poetico ed emozionale delle proposte. Si privilegeranno inoltre i progetti che dimostrino di uscire dalle demarcazioni e dagli standard dei “generi” teatrali, assumendosi il rischio dell’esplorazione, della contaminazione e degli sconfinamenti.

Il percorso del Premio impegnerà i giovani artisti in un confronto che si svilupperà in varie fasi, da quella istruttoria (dicembre 2021/gennaio 2022) affidata alle Commissioni zonali distribuite sul territorio nazionale e che comprenderà tutti i progetti candidati, alla tappa di selezione (Cascina, Città del Teatro, 6, 7, 8 aprile 2022) in cui i partecipanti esporranno frammenti o parti del loro progetto in forma diretta e performativa, in un tempo massimo di 20 minuti, per arrivare alla Finale che si svolgerà in forma pubblica a Bologna nell’ambito di Scenario Festival (agosto/settembre 2022).

I finalisti presenteranno le loro proposte a una Giuria che assegnerà un Premio di 8.000 euro come sostegno alla produzione dello spettacolo compiuto che debutterà nell’ambito di una manifestazione nazionale a cura dell’Associazione Scenario (fra dicembre 2022 e gennaio 2023), la quale si impegna anche ad accompagnare il progetto fino alla realizzazione dello spettacolo compiuto con un lavoro di “tutoraggio”, anche attraverso l’organizzazione di residenze creative, in collaborazione con soggetti titolari di residenze artistiche nei diversi territori.

È in fase di definizione un accordo di collaborazione tra l’Associazione Scenario e il Teatro Metastasio di Prato – Teatro di Rilevante Interesse Culturale, che prevede che lo spettacolo vincitore del Premio Scenario Infanzia 2022 venga prodotto dal Teatro Metastasio e sia ospitato al debutto nella rassegna MET Ragazzi fra dicembre 2022 e gennaio 2023.

L’Associazione Scenario è formata dai soci:

Ancona AMAT Associazione Marchigiana Attività Teatrali; Bari Teatri di Bari – Consorzio Società Cooperativa Teatro di Rilevante Interesse Culturale; Bassano del Grappa Operaestate Festival Veneto; Bergamo Il Teatro Prova; Bologna Centro di Promozione Teatrale La Soffitta, Teatri di Vita, Agorà/Associazione Liberty; Cagliari Cada Die Teatro impresa di produzione teatrale, Sardegna Teatro Teatro di Rilevante Interesse Culturale; Cascina Fondazione Sipario Toscana onlus La Città del Teatro Centro di Produzione Teatrale; Catania Teatro Stabile di Catania Ente Teatro di Rilevante Interesse Culturale Stabile della Città di Catania; Empoli Giallo Mare Minimal Teatro impresa di Ancona AMAT Associazione Marchigiana Attività Teatrali; Bari Teatri di Bari – Consorzio Società Cooperativa Teatro di Rilevante Interesse Culturale; Bassano del Grappa Operaestate Festival Veneto; Bergamo Il Teatro Prova; Bologna Centro di Promozione Teatrale La Soffitta, Teatri di Vita, Agorà/Associazione Liberty; Cagliari Cada Die Teatro impresa di produzione teatrale, Sardegna Teatro Teatro di Rilevante Interesse Culturale; Cascina Fondazione Sipario Toscana onlus La Città del Teatro Centro di Produzione Teatrale; Catania Teatro Stabile di Catania Ente Teatro di Rilevante Interesse Culturale Stabile della Città di Catania; Empoli Giallo Mare Minimal Teatro impresa di produzione teatrale; Faenza Teatro Due Mondi; Forlì Accademia Perduta/Romagna Teatri Centro di Produzione Teatrale; Genova Fondazione Luzzati – Teatro della Tosse Onlus Teatro di Rilevante Interesse Culturale; Milano ATIR Teatro Ringhiera, Teatro del Buratto Centro di Produzione Teatrale, Campo Teatrale, Fondazione Palazzo Litta per le Arti onlus Manifatture Teatrali Milanesi Centro di Produzione Teatrale; Modena TIR Danza Associazione Teatrale; Napoli Teatro Bellini Teatro di Rilevante Interesse Culturale; Oppeano Babilonia Teatri; Parma Associazione Micro Macro; Perugia Fontemaggiore Centro di Produzione Teatrale; Pescara Florian Metateatro Centro di Produzione Teatrale; Piacenza Teatro Gioco Vita Centro di Produzione Teatrale; Ravenna Ravenna Teatro Centro di Produzione Teatrale; Roma Area 06, Sala Umberto; San Lazzaro di Savena Compagnia Teatro dell’Argine impresa di produzione teatrale; San Miniato Teatrino dei Fondi impresa di produzione teatrale; Torino Fondazione Teatro Piemonte Europa/Festival delle Colline Torinesi Teatro di Rilevante Interesse Culturale; Udine CSS Teatro Stabile di innovazione del FVG Centro di Produzione Teatrale; Valsamoggia Teatro delle Ariette Associazione Culturale; Vicenza La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale. 

Triennale Milano Teatro cerca attori per lo spettacolo Bros di Romeo Castellucci

Triennale Milano Teatro cerca attori per lo spettacolo Bros di Romeo Castellucci

Triennale Teatro Milano cerca 22 uomini per lo spettacolo Bros di Romeo Castellucci che sarà in scena dall’11 al 14 novembre 2021.
Le candidature dovranno pervenire entro e non oltre il 29 ottobre 2021.

I 22 uomini adulti devono essere di un’altezza compresa tra 1m70 e 1m85. I candidati devono padroneggiare perfettamente la lingua italiana anche se non è richiesto loro di parlare. Per partecipare allo spettacolo, visti i motivi iconografici appartenenti alla storia del Cinema degli anni ’50 e ’60 — per i quali alle forze dell’ordine era infatti vietato portare capelli lunghi e barba — i candidati dovranno avere i capelli corti e la barba rasata ma, se possibile, dovranno avere i baffi come nella foto sottostante.
Scarpe e costumi verranno forniti dalla compagnia.
Le persone dovranno essere disponibili anche il 10 novembre 2021 per le verifiche tecniche, non è prevista una preparazione prima dell’inizio del lavoro.
Per la selezione chiediamo di inviare una foto a figura intera e un primo piano e di compilare il documento con le misure.

Ai selezionati sarà riconosciuto il compenso da allievo attore previsto dal CCNL Spettacolo.
I selezionati dovranno essere muniti di Green Pass.

Lo spettacolo dura circa 90 minuti senza intervallo. Le repliche saranno alle ore 19,30 nei giorni 11, 12 e 13 novembre 2021 e alle ore 16.00 il giorno 14 novembre 2021.
L’orario di lavoro sarà il seguente:
10 novembre dalle ore 14.00 alle ore 22.00 con un’ora di pausa;
11 novembre dalle ore 14.00 al termine dello spettacolo con un’ora di pausa;
12 novembre dalle ore 17.30 al termine dello spettacolo;
13 novembre dalle ore 17.30 al termine dello spettacolo;
14 novembre dalle ore 14.00 al termine dello spettacolo.
Si segnala che l’orario indicato potrebbe subire variazioni.

Maggiori info qui.

Wom Dialogues, il programma interdisciplinare di Brancaccio Danza

Wom Dialogues, il programma interdisciplinare di Brancaccio Danza

Il BrancaccioDanza intende sostenere un team di artisti emergenti under30 promuovendo il programma a vocazione interdisciplinare Wom Dialogues con lo scopo di favorire il ricambio generazionale nel settore delle arti performative, in particolare della danza.
Il progetto Wom Dialoguess, che ha il duplice scopo di formare e promuovere giovani artisti emergenti, garantendo anche l’accesso gratuito o agevolato alla formazione di talenti, vuole essere un segnale di ripresa e di lotta alla staticità.

DESTINATARI

Il presente bando di selezione si rivolge a 15 danzatori, 3 coreografi e 3 musicisti under30 a cui dare l’opportunità di mettere in dialogo la propria forma d’arte con la visual art sostenendo anche la produzione di un nuovo lavoro coreografico con debutto entro la fine dell’anno 2021.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

La documentazione per partecipare alla selezione – che dovrà essere inviata entro e non oltre il 27 ottobre 2021 a mezzo di posta elettronica all’indirizzo info@brancacciodanza.com con oggetto “domanda Wom Dialogues” – è costituita da:

– Curriculum vitae del candidato;

– Per i danzatori e i musicisti: link a video ad un assolo nella materia di competenza della durata massima di 2 minuti

– Per i coreografi: link a video della durata massima di 10 minuti esprimente il concept di un progetto coreografico (a titolo di esempio: brevi clip di danza, bozza di coreografia, parte discorsiva/esplicativa)

Le domande incomplete saranno automaticamente escluse.

PROGETTO WOM DIALOGUES

I candidati selezionati prenderanno parte al seguente programma:

– 10 giorni di workshop interdisciplinare dal lunedì al venerdì – 6 ore al giorno. Il workshop viene svolto sotto la guida di figure professionali esperte;

– divisione degli artisti selezionati in tre team artistici;

– 10 giorni di residenza artistica finalizzato all’ ideazione e realizzazione di un’opera video, quale elemento di partenza per una nuova produzione live.

PREMIO

L’opera video vincitrice verrà proiettata in anteprima nazionale nell’edizione di ART SITE FEST 2022.
Il BrancaccioDanza sosterrà il team di artisti che hanno realizzato l’opera vincitrice offrendo loro un periodo di residenza produttiva di 10 giorni e sosterrà le spese di affitto spazio, scheda e personale tecnico per il debutto dell’anteprima live di una nuova produzione fino a un massimo di € 3.700,00 iva inclusa

Il BrancaccioDanza coprirà inoltre per tutti gli artisti selezionati a partecipare al progetto Wom Dialogues:

  • un rimborso forfettario di € 400,00

PERIODO DI SVOLGIMENTO

Inizio novembre 2021 – dicembre 2021

SELEZIONE

Il Direttore artistico Alessia Gatta con i membri della commissione formata dai partner di progetto, (IED, Viola Produzioni srl, Officine del teatro Italiano, Art Side Fest, Vortice Dance Company, Ritmi Sotterrnai Contemporary Dance Company, Butterfly Dream Theatre Production) effettuerà la selezione a suo insindacabile giudizio, sulla base dei materiali inviati.

L’esito della selezione verrà comunicato entro il 28 ottobre 2021.

Bando under 35 START AND GO, il teatro si fa impresa

Bando under 35 START AND GO, il teatro si fa impresa

START AND GO è un progetto del Comune di Genova – ideato dal direttore artistico del Teatro Pubblico Ligure Sergio Maifredi per l’assessorato alle politiche culturali – a sostegno della creatività dei giovani per trasformare idee innovative in imprese impegnate nell’ambito dello spettacolo dal vivo (teatro, danza, performance multidisciplinari). L’obiettivo – per raggiungere il quale sono previste tre fasi – è rafforzare il panorama teatrale ligure oltre a integrare nuovi soggetti nel circuito genovese.

La call con scadenza 3 novembre 2021 avrà il compito di individuare i nuovi soggetti che saranno protagonisti del progetto. I partecipanti potranno essere non ancora costituiti formalmente nel momento della presentazione della candidatura. Dopo la selezione verranno attivati percorsi di formazione con gli esperti di Hangar, progetto voluto all’assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte e realizzato dalla Fondazione Piemonte dal Vivo, che dal 2014 si occupa di supporto e sviluppo del comparto culturale. Gli esperti di Hangar assieme al Teatro Pubblico Ligure e il Comune di Genova affiancheranno i giovani selezionati su diversi temi, dal project management al fundraising, dalla consulenza aziendale e organizzativa alla comunicazione strategica fino al digital marketing. Verranno affrontati temi come la riforma del terzo settore e le necessarie pratiche per la realizzazione degli spettacoli dal vivo.

Le aree strategiche di riferimento su cui START AND GO interviene sono:

Project management

Comunicazione strategica

Fundraising

Digital trasformation

Agibilità, Siae e biglietteria

Il percorso di formazione si concluderà con la presentazione di un lavoro (spettacolo) e con una presentazione pubblica del gruppo neo costituito. La rassegna finale degli spettacoli delle realtà selezionate avverrà in alcuni teatri genovesi e sarà promossa e sostenuta dal Comune di Genova. Le compagnie selezionate inoltre accederanno ad un contributo a sostegno della produzione fino ad un massimo di Euro 5.000,00.

Per partecipare i candidati dovranno accedere e compilare il Form all’indirizzo: www.genovacreativa.it/it/start-and-go e procedere alla registrazione entro e non oltre il 3 NOVEMBRE 2021 alle ore 12:00. L’iscrizione è gratuita. Informazioni: www.genovacreativa.it

La XVIII edizione del Premio Ugo Betti per la drammaturgia

La XVIII edizione del Premio Ugo Betti per la drammaturgia

Il Centro studi teatrali e letterari Ugo Betti del Comune di Camerino presenta il bando di concorso della XVIII edizione del Premio Ugo Betti per la drammaturgia sul tema «Teatro e giustizia: la responsabilità, la colpa, il perdono». Scadenza 31 marzo 2022. La cerimonia di premiazione si terrà a Camerino il 10 giugno 2022.
Al Premio possono partecipare opere teatrali in lingua italiana di autori italiani o stranieri viventi. Ciascun autore può partecipare al Premio con una sola opera inedita. Le opere partecipanti dovranno essere improntate al tema «Teatro e giustizia: la responsabilità, la colpa, il perdono», una delle più rilevanti tra quelle affrontate da Ugo Betti nella sua attività letteraria.

Gli autori dovranno inviare alla segreteria del Premio l’allegato A del presente bando compilato in ogni sua parte, una copia cartacea dell’opera e un’altra su supporto informatico (cd/pen drive) contenente il pdf dell’opera priva di ogni riferimento anagrafico. Dovrà allegarsi, pena la non ammissione, la ricevuta del pagamento della quota di iscrizione.

Il Premio sarà assegnato a giudizio insindacabile della giuria a una sola opera, ritenuta la più meritoria, e consiste in un assegno di 3.000,00 euro e nella pubblicazione dell’opera. Il vincitore che non intendesse pubblicare l’opera nella collana «Bettiana» secondo le modalità stabilite dal Comune di Camerino deve espressamente comunicarlo nella domanda di partecipazione. In questo caso la pubblicazione dell’opera non comporterà oneri per il Comune, fermo restando l’obbligo di citare, nel caso di futura pubblicazione a proprie spese: «Opera vincitrice del XVIII Premio Ugo Betti per la drammaturgia – Camerino 2022». La giuria ha facoltà di segnalare altre opere particolarmente meritevoli.

Il testo teatrale, come specificato all’articolo precedente, dovrà essere spedito alla segreteria del Premio entro e non oltre il 31 marzo 2022 (farà fede il timbro postale). Il Comune di Camerino non risponde per eventuali disguidi, ritardi o altri accadimenti che dovessero impedire il tempestivo ricevimento delle opere nei termini descritti.

Il Premio è indivisibile. Le opere pervenute non saranno restituite. Solo il vincitore e gli eventuali segnalati verranno avvisati personalmente dal Comune di Camerino. Tutte le notizie relative alla XVIII edizione del «Premio Ugo Betti per la drammaturgia» saranno inserite nel sito ufficiale www.ugobetti.it
La partecipazione al concorso implica l’accettazione di tutte le norme contenute nel presente bando. I dati personali verranno trattati nel rispetto della normativa vigente in materia di privacy. Il foro competente per eventuali controversie è quello di Macerata.

La giuria della XVIII edizione del «Premio Ugo Betti per la drammaturgia» è composta da: Marco De Marinis, già ordinario di Discipline teatrali nel Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna (presidente); Pierfrancesco Giannangeli, docente di Storia dello spettacolo all’Accademia di Belle Arti di Macerata; Natalino Irti, allievo di Emilio Betti e docente emerito dell’Università di Roma La Sapienza, dove ha insegnato Istituzioni di diritto privato, Diritto civile e Teoria generale del diritto; Vincenzo Luzi, magistrato a riposo, cultore di studi letterari; Massimo Marino, saggista, storico, giornalista e critico teatrale. Segretaria Donatella Pazzelli. La segreteria del «Premio Ugo Betti per la drammaturgia» ha sede presso il Comune di Camerino, via Le Mosse n. 19, 62032 Camerino, tel. 0737 631385, e-mail: cultura@comune.camerino.mc.it ed è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13 e il martedì e il giovedì dalle 15 alle 17.

La cerimonia di premiazione del «Premio Ugo Betti per la drammaturgia» si terrà a Camerino il 10 giugno 2022. Il Premio dovrà essere ritirato personalmente dal vincitore. L’assenza alla cerimonia di premiazione comporterà la decadenza dall’assegnazione del Premio.

La IV Edizione del Premio Teatrale Marcello Primiceri di Astràgali Teatro

La IV Edizione del Premio Teatrale Marcello Primiceri di Astràgali Teatro

Astràgali Teatro promuove la IV Edizione del Premio Teatrale Marcello Primiceri, dedicato alle creazioni teatrali di artisti e compagnie teatrali under 35

Astràgali Teatro è stato fondato nel 1981 da Marcello Primiceri, regista e giornalista pubblicista del “Quotidiano di Lecce”, che scelse di dedicarsi totalmente alla direzione artistica della prima compagnia professionista del Salento. Marcello Primiceri è deceduto nel dicembre del 1987, a soli 35 anni, in un incidente stradale di ritorno da Bari. 

Alla sua memoria Astràgali Teatro dedica, a 40 anni dalla fondazione della Compagnia, un Premio per l’impegno nel supporto alle compagnie, alle espressioni ed alle realtà teatrali più giovani, dando un’opportunità di visibilità alle stesse. 

Chi può partecipare:

Singoli artisti e/o gruppi teatrali Under 35 sono invitati a candidare una propria produzione teatrale per la IV Edizione del Premio Teatrale Marcello Primiceri. 

Modalità di Selezione:

Una commissione, composta da professionisti teatrali, selezionerà le tre proposte ritenute più meritevoli tra quelle pervenute. I singoli artisti e/o gruppi Under 35 selezionati avranno la possibilità di presentare una replica del proprio spettacolo a Lecce nei giorni 3,4,5 novembre 2021, nell’ambito di una rassegna di tre giorni dedicata alla memoria di Marcello Primiceri. I tre artisti o gruppi selezionati avranno a disposizione lo spazio scenico per il giorno della presentazione dello spettacolo; l’attrezzatura tecnica (ai selezionati si fornirà la scheda tecnica messa a disposizione); un tecnico. Lo spettacolo si svolgerà al chiuso. Pratiche Siae e promozione saranno a carico di Astràgali Teatro. Ai singoli artisti o gruppi selezionati sarà corrisposto un cachet di 2.000,00 € omnicomprensivo. Al vincitore verrà consegnato il Premio Teatrale Marcello Primiceri. I selezionati dovranno produrre agibilità Inps (ex-Enpals) almeno 5 giorni prima della data dello spettacolo. 

Come partecipare:

I partecipanti dovranno inviare i seguenti documenti tramite e mail all’indirizzo e-mail teatro@astragali.org (con oggetto Candidatura Premio Marcello Primiceri 2021) – Scheda artistica e tecnica dello spettacolo – Scheda di presentazione dell’artista/ della compagnia – Foto dello spettacolo – Video dello spettacolo (link del teaser o del video integrale) Scadenza delle domande Le domande dovranno pervenire entro e non oltre domenica 10 ottobre 2021. 

Esiti della valutazione:

Ciascun applicante sarà avvisato degli esiti della valutazione nel giro di pochi giorni dalla scadenza per la consegna delle candidature, per consentire l’organizzazione dell’attività. Al candidato selezionato è richiesta conferma scritta di accettazione. Gli artisti o compagnie selezionati dovranno citare in tutti i successivi materiali promozionali, il riconoscimento ottenuto: Vincitore del Premio Teatrale Marcello Primiceri 2021.

Per ulteriori informazioni: teatro@astragali.org – 0832.306194