Nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione del Teatro di Roma

Roma, 8 marzo 2017 – L’Assemblea dei Soci del Teatro di Roma – Comune e Regione Lazio – nella seduta odierna ha deliberato la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione e del Collegio dei Revisori dei Conti per il triennio 2017-2020.

Presidente: Emanuele Bevilacqua.

Consiglieri: Anna Cremonini, Cristina Da Milano, Nicola Fano e Raffaele Squitieri.

Nominato per il predetto triennio il seguente Collegio dei Revisori dei Conti: Giuseppe Signoriello, quale membro effettivo con funzione di Presidente; Sara Mattiussi e Gian Piero Rinaldi, quali membri.

«L’assemblea dei soci del Teatro di Roma ha approvato all’unanimità la nomina del nuovo Cda alla cui presidenza siederà Emanuele Bevilacqua – dichiara il vicesindaco Luca Bergamo – È un Cda che accoglie competenze diverse, tutte necessarie per affrontare con successo la sfida che il Teatro di Roma è chiamato dalle molte novità che derivano dai nuovi indirizzi espressi dal Comune di Roma. Esprimo un sincero ringraziamento ai consiglieri uscenti, Carlotta Garlanda e Mercedes Giovinazzo, che hanno gestito una delicata fase della vita del Teatro. Auguro buon lavoro ai nuovi membri così come al rinnovato Collegio dei revisori e ho piena fiducia che grazie al loro contributo il Teatro di Roma riesca ad essere sempre più una istituzione culturale aperta in relazione con la città e riconosciuta a livello internazionale per la qualità della sua proposta».

«I due consiglieri proposti dalla Regione Lazio – commenta l’Assessore Lidia Ravera – sono Nicola Fano, e qui si tratta di una conferma perché ha già coperto il ruolo negli scorsi tre anni, e Anna Cremonini, manager della cultura, che da 25 anni lavora nell’ambito del teatro della musica e della danza, una donna che unisce la passione artistica ad una straordinaria competenza tecnica e organizzativa. Al presidente uscente, Marino Sinibaldi, voglio esprimere tutta la nostra gratitudine, per il lavoro svolto, con pazienza, competenza e senso di responsabilità. Siamo certi che Nicola Fano e Anna Cremonini si renderanno portavoce della nostra esigenza principale: far circuitare nel Lazio, nelle decine di teatri che stiamo restaurando, mettendo a norma e riaprendo, uno dopo l’altro, i migliori prodotti della drammaturgia italiana e europea, classici e contemporanei. Perché la funzione del teatro è di creare comunità, di stimolare intelligenze, di fornire strumenti di conoscenza. A tutti. Anche a chi vive fuori dalla Capitale».

Condividi:

Primadonna contest: provare la scarpetta per assistere a Cenerentola dal Palco Reale del San Carlo

Sono tante le iniziative che il Teatro di San Carlo mette in campo per celebrare la Festa della donna. In occasione della giornata dell’8 marzo, il Massimo napoletano lancia uno speciale PrimaDonna contest, in tema con la magica fiaba di Cenerentola (balletto di Sergej Prokof’ev in scena fino a domenica 12 marzo, con la coreografia in prima assoluta di Giuseppe Picone).

Mercoledì 8 marzo, dalle 13.00 alle 17.00, ad Opera Cafè sarà allestita una postazione ad hoc, e le donne, che vorranno cimentarsi nella prova, potranno chiedere al paggio di provare la scarpetta di Cenerentola.
In palio, per chi dovesse riuscire a calzarla perfettamente, 20 biglietti di Palco Reale validi per tutte le recite di Cenerentola dall’8 al 12 marzo.

Le vincitrici saranno annunciate attraverso i canali social del Teatro, dove verranno pubblicate anche le immagini più simpatiche del contest.

Nella medesima occasione, vicino allo scranno, i primi ballerini del Corpo di Ballo del San Carlo sfileranno, indossando i meravigliosi costumi firmati da Giusi Giustino per questa nuova produzione di un classico del grande repertorio, e Giuseppe Picone sarà a disposizione per firmare autografi.

Esclusivamente all’universo femminile è dedicata anche una tariffa scontata del 25% sull’acquisto di due biglietti per la recita di mercoledì 8 marzo ore di 18.00 del balletto Cenerentola, protagonisti Maria Eichwald, étoile dello Stuttgarter Ballett, e Alessandro Staiano (nel ruolo rispettivamente di Cenerentola e del Principe), accanto a i primi ballerini, i solisti e il Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo.

Condividi:

Nominato il nuovo CdA ed il Presidente del Teatro Stabile di Napoli–Teatro Nazionale

L’Assemblea dei Soci del Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale, composta da: Comune di Napoli – presente il capo di gabinetto Attilio Auricchio e l’Assessore Nino Daniele; Regione Campania – presente il capo di gabinetto Sergio De Felice e il consigliere Sebastiano Maffettone; Città Metropolitana di Napoli – presente il dott. Fabio De Riccardis; Comune di Pomigliano d’Arco – presente Roberto Nicorelli; Istituzione per la promozione della cultura del Comune di San Giorgio a Cremano – presente il presidente dell’istituzione MassimoTroisi, Salvatore Petrilli; Istituto Banco di Napoli-Fondazione – presente il presidente Daniele Marrama; riunitosi in data odierna per procedere alla nomina del Consiglio di Amministrazione, ha deliberato quanto segue.

Il Consiglio di Amministrazione sarà composto da:

  • Emilio Di Marzio (designato dalla Regione Campania)
  • Valter Ferrara (designato dal Comune di Napoli)
  • Patrizio Rispo (designato dal Comune di Napoli)
  • Rosaria De Cicco (designata dalla Città Metropolitana)
  • Maria Cira Carnile (designata di intesa dal Comune di Pomigliano D’Arco e dall’Istituzione per la promozione della cultura del Comune di San Giorgio a Cremano)
  • Filippo Patroni Griffi (designato dal MIBACT)
  • Rosita Marchese (designata dall’Istituto Banco di Napoli-Fondazione)

Nella stessa seduta l’Assemblea ha nominato Filippo Patroni Griffi – Presidente aggiunto del Consiglio di Stato e già Ministro della Pubblica Amministrazione – nuovo Presidente del Consiglio di Amministrazione del Teatro Stabile di Napoli-Teatro Nazionale.

Il mandato del Consiglio di Amministrazione ha una durata quinquennale. Nel corso della seduta Daniele Marrama, presidente pro tempore dell’odierna Assemblea, ha rivolto un particolare e sentito ringraziamento a tutti i membri del Consiglio di Amministrazione uscenti, riscuotendo il consenso unanime.

Condividi:

Concerto gratuito al teatro San Carlo per 1.300 migranti

Martedì 28 febbraio 2017 alle ore 18 si terrà un concerto gratuito organizzato dal Massimo napoletano e dal Comune di Napoli per 1.300 migranti su proposta dell’Associazione 3 febbraio impegnata sui temi dell’accoglienza. Una grande serata all’insegna della Napoli solidale e accogliente. L’evento si svolge nell’ambito del progetto interculturale “Arte e Accoglienza” dell’Associazione “3 Febbraio” che è riuscita ad ottenere dal Teatro l’ospitalità gratuita per gli immigrati, offrendo uno spettacolo di pianoforte e coro, come segno di accoglienza e solidarietà in un luogo così importante della città di Napoli e della cultura europea.

In un periodo in cui si ergono muri e si difendono frontiere e non le persone per la prima volta nella storia e unico a livello internazionale un teatro di questa levatura si apre alla gente del mondo. All’evento sarà presente anche il sindaco De Magistris. Il concerto prevede brani di pianoforte di opere di Verdi, Mascagni e Puccini, ed è prevista la presenza anche del coro del San Carlo. Info Tel: (+39)3465708065.

 

Condividi:

“Questo è un monologo” di Beatrice Verzotti

Beatrice Verzotti nasce a Milano il 10 aprile 1992, ma da quando, diciannove anni dopo, si trasferisce nel capoluogo giuliano, fatica a considerarsi in modo diverso da “triestina”. Mentre cerca di prendere il diploma al liceo classico, frequenta corsi di teatro e cinematografia, partecipando a spettacoli teatrali con la compagnia Extramondo di Milano e al concorso “Palio degli Asinelli” con il gruppo scolastico a Trieste, sia come attrice che come regista. Scrive nei ritagli di tempo, sull’autobus, prima di addormentarsi, su uno scoglio a Barcola, e lo fa su ciò che ha sotto mano, vecchi scontrini, il telefonino, il retro di un biglietto della metropolitana.

 

Nel 2016 Beatrice Verzotti partecipa alla quinta edizione dell’Actors&PoetryFestival aggiundicandosi il secondo premio. Di seguito pubblichiamo “Questo è un monologo”, testo con il quale ha partecipato al concorso:

LEGGI IL TESTO

 

Condividi:

Hikikomori – trilogia sul Giappone contemporaneo

 

Hikikomori è il nome che si dà in Giappone al fenomeno sempre più diffuso degli adolescenti che smettono di andare a scuola e si autorecludono nelle loro stanze, prigionieri volontari di una vita senza amici e senza contatti umani. E proprio all’Hikikomori che purtroppo comincia a mietere vittime anche in Italia, con 100 mila ragazzi che hanno smesso di avere rapporti con il mondo esterno, è dedicato uno spettacolo che andrà in scena dal 13 al 18 dicembre a Roma al Teatro dell’Orologio, primo capitolo di una trilogia sul Giappone contemporaneo. Scritto da Katia Ippaso e Marco Andreoli con la regia di Arturo Armone Caruso (la produzione è di Ariel Produzioni in collaborazione con Officinema) Hikikomori, rivisitazione contemporanea delle Metamorfosi di Kafka, è un dramma a porte chiuse che racconta la pressione della società e il disagio a volte estremo dei figli.

Protagonista un adolescente problematico che vive con dolore il sistema autoritario e repressivo messo in piedi dal padre. La madre è l’unica persona che entra in contatto con lui, anche se il loro rapporto è un continuo combattimento in cui si alternano momenti di violenza ad altri di abbandono radioso. Il nonno, infine, è un fantasma che viene a far visita al figlio. In quella stanza, tanti anni fa, anche lui fu rinchiuso… Con Luisa Marzotto, Aldo De Martino e Giulio Pranno. E con la voce di Roberto Latini. Le scene sono di Fabio Vitale, i costumi di Roberto Conforti

Condividi:

Conversando di teatro: sabato 10 dicembre la compagnia di Utoya incontra il pubblico al Teatro delle Passioni

utoya_mattia-fabris_arianna-scommegna3_fotoserenaserrani

Tornano ad affiancarsi alle serate di spettacolo le conversazioni del ciclo “Conversando di teatro” al Teatro Storchi e al Teatro delle Passioni. Un’occasione per avvicinare i protagonisti della scena per confrontarsi in un contesto informale e per scoprire la complessità nascosta dietro a ogni spettacolo.

Gli appuntamenti, promossi da Emilia Romagna Teatro Fondazione e da Associazione Amici dei Teatri Modenesi, vedranno la partecipazione di un ‘ospite’ di volta in volta diverso in grado di apportare un contributo in riferimento a specifici temi trattati dagli spettacoli. In occasione delle repliche di Utoya, sabato 10 dicembre al termine della recita la compagnia incontra il pubblico presso il Teatro delle Passioni. Partecipano Salvatore Aloisio, ricercatore universitario di Istituzioni di diritto pubblico presso il Dipartimento di Economia “Marco Biagi” dell’Università di Modena e Reggio Emilia, e Luca Mariani, giornalista e autore del libro “Il silenzio sugli innocenti”.
Condividi:

MArteLive, lo Spettacolo totale: 400 artisti, un’unica location

Musica, teatro, danza e circo contemporaneo, esposizioni di pittura e fotografia, artigianato artistico, grafic art, live painting e street-art, proiezioni, installazioni, reading e video-arte si contamineranno per dare vita a un’unica performance dal 6 all’8 dicembre nelle sale del Planet Live Club, sede storica del festival dai tempi in cui era ancora Alpheus (in via del Commercio 36).

Il festival è realizzato con il contributo di Regione Lazio – Assessorato alle Politiche Culturali e di Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale, in collaborazione con la Siae ed è inserito nell’edizione 2016 dei Festival di particolare interesse per la vita culturale della Città: “Roma, una Cultura Capitale”.

L’evento è stato concepito e pensato, sin dalla prima edizione, come uno spettacolo totale in cui tutte le arti e gli attori che le rappresentano, entrano in una sinergia empatica che li tiene uniti anche se fisicamente e logisticamente distanti. Ibridazione è la parola chiave di un evento in cui la musica si dipinge, la pittura si suona, la danza si disegna, il circo si recita. MArteLive è il girotondo delle muse, lo scambio tra un linguaggio estetico e l’altro: tutte le sezioni artistiche sono sapientemente amalgamate tra di loro in un gioco di forze artistiche ed equilibri sinestetici che, serata dopo serata, sala dopo sala, creano emozioni irripetibili nella loro essenza.

Special guest della tre giorni, i celebri street artist del panorama romano SOLO, Diamond e Moby Dick realizzeranno live una performance unica, in collaborazione con Giampiero Abate e i suoi allievi della scuola Arts in Rome. Tra i primi ospiti confermati per la musica, Nobraino che tornano a Roma dopo una lunga assenza per presentare il nuovo disco, Francesco Forni e Ilaria Graziano reduci dal loro ultimo tour europeo, l’Orchestraccia, la rivelazione del Premio Tenco 2016 Gianluca Secco, UNA, Dellera e De Rubertis, Moustache Prawn, Xhù, Dulcamara, Diana Winter, Camera, Capone Bros e Antonio Sorgentone.

Lo spazio letteratura vede ospiti d’eccezione quali le redazioni di Lercio vs Spinoza, il poliedrico artista e poeta Gio Evan, il poeta e musicista Ivan Talarico, mentre la sezione teatro vede la partecipazione di Luigi Morra, Eduardo Ricciardelli, Pasquale Passaretti e Aleksandros Memetaj con un estratto di “Albania Casa Mia”. La categoria cinema vede la proiezione speciale del docu “Mapplethorpe: Look at the Pictures”, inedito ritratto del fotografo Robert Mapplethorpe, diretto da Fanton Bailey e Randy Barbato, con le testimonianze di familiari, amici e stretti collaboratori e con la partecipazione straordinaria di Patty Smith.

Per la danza, la Compagnia Incontempo di Rozenn Corbel, coreografa, danzatrice, attrice e performer di livello internazionale, la Compagnia SinespaZio della coreografa Carmen De Sandi, la DaCru Dance Company con la coreografia di Marisa Ragazzo e  Omid Ighani.
La sezione circo ospita il fire performer Lucignolo, l’acrobata aerea Irene Croce, Leonardo Varriale, il duo Creme & Brùlèe, Sara Amitrano in arte Canarina e il DuoEsperanto, mentre per le arti visive presenti artisti di grande talento scoperti negli anni attraverso MArteLive: i pittori Antonino Perrotta, Luigi Ambrosetti in arte Lac 68, Cristiano Quagliozzi, Milena ScardignoAstrid SarroccoMassimiliano Poggioni e i fotografi  Chiara Ernandez, Michela Amadei, Michele Cirillo, Simona Poncia, Vincenzo Capasso e PP+C Creative Studio.

L’appuntamento di dicembre è la prima delle due finali regionali del Lazio a cui seguiranno tutte le altre finali nel resto d’Italia e rappresenta la prima tappa verso la prossima BiennaleMArteLive, prevista per l’autunno 2017, che vedrà esibirsi circa 1000 artisti provenienti da tutta Italia, insieme a special guest internazionali.

Condividi:

DOMINIO PUBBLICO_La città agli Under 25 – Quarta edizione

 

Martedì 6 dicembre dalle ore 16:30 presso la Sala Squarzina del Teatro Argentina in Largo di Torre Argentina 52, si terrà l’incontro di  presentazione del progetto “Dominio Pubblico_la città agli Under 25”. E’ questo, un percorso di formazione giunto ormai alla quarta edizione, che si realizza a Roma da Dicembre 2016 a Maggio 2017.

Nel 2014 il manifesto che inaugurava la stagione recitava: “Nessuno può appropriarsi in maniera esclusiva di ciò che è di Dominio Pubblico, piuttosto ciascuno può prendere quel bene e goderne”, rimane questa, una delle convinzioni di base e degli obiettivi del progetto. Nel periodo di programmazione dal 30 maggio al 5 giugno 2016, Gli Under della scorsa edizione hanno collezionato 5 Sold Out e 9 sale piene, dando visibilità a 80 artisti Under25 raggiungendo un pubblico di più di 1000 spettatori. Nel programma sono stati inseriti più di 30 eventi tra arte, musica, arti visive, cortometraggi, teatro e danza

Anche quest’anno, 50 spettatori Under25 verranno coinvolti in un’ indagine sulla creatività di una nuovissima generazione di loro coetanei attivi in diversi campi artistici (teatro, danza, performance, audiovisivi, musica, arti visive). Saranno chiamati a organizzare un festival che si terrà a Roma dal 30 Maggio al 4 Giugno 2017 negli spazi del Teatro India, dell’Argot Studio e del Teatro Orologio. Sottoscrivendo l’iscrizione potranno inoltre assistere a 12 spettacoli di teatro, musica e danza contemporanea, tra quelli programmati dai Teatri Argot, Orologio, Argentina e India grazie alla collaborazione con il Teatro di Roma. Gli incontri del Gruppo Under 25 si terranno ogni mercoledì dalle 17:30 alle 19:30.

 

Programma:

ore 16 :30

Introduzione

Intervento di Tiziano Panici, Luca Ricci e Fabio Morgan | Direzione artistica del progetto Dominio Pubblico

Proiezione video della giornata tipo dell’under 25

 

ore 17:00

Intervento di Antonio Calbi | Direttore artistico del Teatro di Roma

Intervento dei ragazzi che hanno partecipato al progetto Under 25 lo scorso anno

Condividi:

Presentazione domande contributi FUS 2017

 

A partire dal 5 dicembre 2016 è possibile compilare la domanda di contributo a valere sul Fondo Unico per lo Spettacolo anno 2017. Il termine ultimo per la presentazione delle domande è il giorno 16 gennaio 2017 alle ore 16.00. La domanda di contributo 2017, relativa al terzo anno del triennio 2015-2017, di cui all’art. 3, comma 4, del D.M. 1° luglio 2014, così come modificato dal D.M. 5 febbraio 2016, va presentata entro il termine perentorio delle ore 16.00 del giorno 16 gennaio 2017. Le domande di contributo di cui all’art. 44, comma 4, del D.M. 1° luglio 2014, così come modificato dal D.M. 5 febbraio 2016, vanno presentate entro il medesimo termine di cui all’art.1. Le istanze, afferenti tournée all’estero da svolgersi nei primi sei mesi del 2017, già ammesse, devono essere nuovamente presentate, entro le ore 16.00 del giorno 16 gennaio 2017, secondo la modalità ordinaria, come previsto dal citato articolo. La procedura on line per la presentazione delle istanze verrà attivata a partire dal giorno 5 dicembre 2016.

Per ulteriori dettagli clicca QUI

Condividi: