Oline il bando del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti

Oline il bando del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti

È uscito il bando di concorso della sedicesima edizione del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche “Dante Cappelletti” online in italiano e inglese sul sito tuttoteatro.com.

Un’opportunità importante per dare vita a progetti di spettacolo ancora inediti. Il Premio, istituito dall’Associazione culturale Tuttoteatro.com, con la direzione di Mariateresa Surianello, infatti, è nato e si è affermato negli anni, per sostenere progetti di spettacolo ancora inediti, e comunque mai allestiti in forma scenica, nel ricordo del professore e critico toscano che ha dimostrato con il suo operare interesse alla scena contemporanea, alla creatività e alla sperimentazione.

A dieci anni dalla scomparsa di Renato Nicolini, tra i protagonisti della rivista che ha poi dato vita a questi riconoscimenti e membro di giuria dalla prima edizione del Cappelletti, il Premio Tuttoteatro.com “Renato Nicolini” alla nona edizione continua a guardare al fermento culturale per segnalare l’operato di chi cerca di rinnovare le politiche culturali.

Il bando del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche “Dante Cappelletti” scade il 29 agosto 2022 alle ore 18.00. L’Iscrizione e il relativo invio dei materiali si potranno effettuare sul sito www.tuttoteatro.com.

Il concorso è aperto ad artisti e gruppi europei ed extraeuropei.

La giuria, presieduta da Paola Ballerini e composta da Massimo Marino, Chiara Mignemi, Elisabetta Reale, Attilio Scarpellini e Mariateresa Surianello, tra tutti i progetti di spettacolo candidati ne selezionerà un massimo di venti che verranno presentati in forma di studio scenico al Teatro Petrolini di Ronciglione (Vt) dal 14 al 16 ottobre 2022. La giuria ne selezionerà poi sette, che saranno presentati in forma di studio scenico a Roma, al Teatro India, il 9 e 10 dicembre 2022. Tra questi verrà scelta l’opera vincitrice, alla quale andrà un premio di 6.000,00 euro quale contributo alla produzione.

La giuria, assegnerà anche il Premio Tuttoteatro.com “Renato Nicolini” a una personalità della cultura che si sia distinta nella progettazione, nella cura e nel sostegno delle attività culturali e artistiche, esprimendo col suo operare un rinnovamento delle dinamiche relazionali e della stessa politica culturale.

La cerimonia di premiazione di entrambi i Premi si svolgerà il 10 dicembre 2022 al Teatro India.

Iscrizioni e bando sul sito www.tuttoteatro.com

Open call per la nuova edizione di “Botteghe digitali”

Open call per la nuova edizione di “Botteghe digitali”

Terza edizione per “Botteghe digitali / Digital Manufacturing”: progetto che desidera promuovere la ricerca artistica e il legame con le realtà produttive del territorio locale attraverso il linguaggio creativo (teatro, video, danza, multimedia). La nuova call è destinata ad artisti under 35 provenienti da tutta Italia ma anche dall’Europa, e resterà aperta fino al 31 luglio 2022. Per candidarsi sarà necessario inviare la propria candidatura a info.invasionicreative@gmail.com (nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza, breve video di presentazione del proprio percorso artistico e CV). Per coloro che saranno selezionati è prevista la copertura economica dell’intera permanenza a Gorizia, città vincitrice insieme a Nova Gorica di Capitale Europea della Cultura 2025.

LA SUMMER SCHOOL“Botteghe digitali / Digital Manufacturing” sarà strutturato come di consueto in due fasi. Nella sua prima parte, dal 25 al 28 agosto 2022, è in programma la summer school “Multimedia and Relational Arts”: quattro giorni intensivi fatti di incontri e workshop con professionisti del mondo artistico. Per questa nuova edizione saranno presenti realtà come Rimini Protokoll di Berlino (Germania), già vincitori del Leone d’Argento per l’innovazione alla Biennale Teatro di Venezia, insieme Kepler-452 di Bologna, Creea di Udine, PiNa di Koper (Slovenia) con il tutoraggio di realtà come Invasioni Creative di Torino/Udine, Quarantasettezeroquattro e Associazione Via Rastello entrambe di Gorizia e Media Art Friesland di Leeuwarden (Paesi Bassi).

LE RESIDENZE ARTISTICHE – Dal 29 agosto al 4 settembre 2022 spazio invece alle residenze artistiche che lavoreranno su un focus preciso: la memoria delle botteghe abbandonate e il coinvolgimento delle comunità locali. I partecipanti potranno creare una propria opera artistica in Via Rastello, storica strada del centro di Gorizia che per l’occasione diverrà “location” di installazioni multimediali e performance presentate in occasione del festival In\visible Cities.

BOTTEGHE DIGITALI – Per ogni artista under 35 coinvolto (proveniente da Italia ed Europa) dal 25 agosto al 4 settembre 2022 si prevede la copertura economica di 800 euro per residenti in Regione FVG e 1350 euro per residenti fuori Regione, in Italia e all’estero. Sarà possibile partecipare solo alla “summer school” prevista dal 25 al 28 agosto 2022 a Gorizia. Per ricevere informazioni è possibile scrivere a info.invasionicreative@gmail.com e visitare il link http://www.quarantasettezeroquattro.it/botteghe-digitali-2022/

Theatertelling – Futuro Festival. Laboratorio di storytelling per creativi

Theatertelling – Futuro Festival. Laboratorio di storytelling per creativi

In occasione della seconda edizione di Futuro Festival, che avrà luogo al Teatro Brancaccio di Roma nel mese di luglio, l’impresa culturale Theatron 2.0 propone Theatertelling – Futuro Festival, percorso di formazione professionale che coniuga Brand journalism, tecniche di Storytelling, cronaca culturale, Digital Strategies.

Futuro Festival nasce nel 2021, accoglie danzatori, coreografi, docenti, studenti, artisti, operatori e appassionati della danza da tutto il mondo per incontrarsi e potersi ispirare attraverso lo scambio di idee e di ricerca, trasformando l’Estate Romana in un epicentro per la danza contemporanea. 

Un polo d’attrazione, un’agorà, dove respirare insieme l’arte della danza: studiosi, appassionati e operatori giunti per dialogare, apprendere e promuovere nuove iniziative. Futuro Festival promuove l’esperienza culturale sul territorio italiano con l’organizzazione di attività che siano in grado di veicolare l’arte della danza come linguaggio universale, per l’espressione e le narrazioni di sentimenti mediante il movimento corporeo. 

Obiettivi del percorso 

Il percorso di formazione Theatertelling – Futuro Festival è mirato a fornire conoscenze pratiche e teoriche sulla comunicazione in ambito culturale. 

Una narrazione strategica consente il coinvolgimento di diversi target e l’avvicinamento di nuovo pubblico per sviluppare progetti di branded content funzionali a comunicare valori, filosofia e concept catturando l’audience su tutti i media, tra entertainment e informazione.

Come funziona?

Sarà costituito un team creativo, guidato da Ornella Rosato, Direttrice Editoriale della testata giornalistica Theatron 2.0, che documenterà tutte le attività di Futuro Festival.
Data la natura internazionale, la volontà di scoperta e di contaminazione tra stili, linguaggi e culture che caratterizzano la mission del Festival, la narrazione, curata dal team, avrà una natura trasversale: saranno realizzati approfondimenti, interviste, illustrazioni, foto racconti, reels, attraversamenti urbani, contenuti transmediali di informazione culturale, veicolati attraverso i social network.
Attraverso brainstorming collettivi sarà individuata la strategia di narrazione che meglio si adatta alle inclinazioni e alle specificità del team creativo. 

Chi può partecipare?

Theatertelling – Futuro Festival è rivolto a studenti, scrittori, artisti, danzatori, creativi digitali, fotografi, illustratori, youtubers, tiktokers, instagrammers, appassionati allo spettacolo dal vivo, senza limiti di età, per un massimo di 10 partecipanti.

In dialogo con gli artisti e le artiste ospiti del Festival, andremo alla scoperta della loro poetica, indagando lo stato della Danza Contemporanea italiana ed estera e le dinamiche professionali del settore.

Modalità di partecipazione

Theatertelling – Futuro Festival si terrà lungo tutta la durata del festival.

L’iscrizione al percorso formativo ha un costo di 70 euro e comprende il percorso formativo e l’accesso a tutti gli spettacoli in programma. Inoltre, in via straordinaria sarà possibile prendere parte alle prove aperte delle compagnie ospiti che saranno seguite da momenti di dibattito.

Per partecipare invia il tuo curriculum o una breve biografia entro il 20 giugno 2022, scrivendo alla mail theatron2.0@gmail.com

Per maggiori informazioni scrivi a: info@theatronduepuntozero.it

Per scoprire il programma: www.futurofestival.it

Calendario degli incontri

Mercoledì 29 giugno – ore 17:00 (Incontro online)

Sabato 2 luglio – ore 17:00

Domenica 3 luglio – ore 18:30

Giovedì 7 luglio – ore 18:30

Sabato 9 luglio – ore 16:30 

Lunedì 11 luglio – ore 18:00

Giovedì 14 luglio – ore 18:00

Domenica 17 luglio – ore 18:00

* Gli incontri si terranno presso il Teatro Brancaccio, Via Merulana 244, Roma.

Theatron 2.0 è un’impresa culturale costituita da creativi e professionisti specializzati in diversi settori dello spettacolo dal vivo. Opera in molteplici ambiti delle performing arts sviluppando progetti orientati a promuovere la cultura teatrale con una particolare attenzione alle nuove tecnologie.

Ornella Rosato nasce a Napoli nel 1993. Nel 2017 consegue la laurea in Arti e Scienze dello Spettacolo con una tesi in Antropologia Teatrale. Ha lavorato come redattrice per Biblioteca Teatrale – Rivista di Studi e Ricerche sullo Spettacolo edita da Bulzoni Editore. Nel 2019 prende parte al progetto di archiviazione di materiali museali presso SIAE – Società Italiana Autori Editori. Dal 2020 dirige la webzine di Theatron 2.0, portando avanti progetti di formazione e promozione della cultura teatrale, in collaborazione con numerose realtà.

FUTURO FESTIVAL è un melting pot di culture, un crocevia di sguardi, un collettore di stili eterogenei, un luogo di contaminazioni fra diversi linguaggi, tra passato e presente con uno sguardo al futuro. Un festival, come la sua etimologia ci ricorda, che è pensato come una festa, dedicata a chi vive di danza, ma che per natura è inclusiva, con attività collaterali, come mostre, opere partecipate, dibattiti, conferenze, dj set, musica live oltre agli spettacoli, ai workshops e stages per educare le nuove generazioni di danzatori e per sensibilizzare l’intera cittadinanza alla riscoperta della cultura.

Online l’open call del festival TiQ – Teatro in Quota

Online l’open call del festival TiQ – Teatro in Quota

Il festival TiQ – Teatro in Quota conferma per l’edizione 2022 il dialogo aperto con nuovi orizzonti artistici nazionali e internazionali, e lo fa attraverso un’open call volta a individuare un gruppo di artisti/e o un/una singolo/a artista con cui avviare una progettazione biennale. “Associazione Re:main APS” lancia così un bando per l’individuazione di un progetto di spettacolo a cui attribuire un premio di produzione fino a 2500 euro, una residenza artistica dal 31 luglio al 9 agosto a Rocca di Mezzo nell’ambito della sesta edizione del festival Teatro in Quota (che si svolgerà dal 2 al 9 agosto 2022) diretta da Alessandro Businaroe la programmazione del debutto previsto per l’edizione 2023 della stessa manifestazione. La domanda scade alle ore 23.59 del 2 luglio 2022.                
«Con l’edizione 2022 di “Teatro in Quota”, il cui sottotitolo sarà “Punti Cardinali” – dichiara il direttore artistico Alessandro Businaro – continueremo il lavoro di avvicinamento di artisti/e che operano a livello nazionale e internazionale nelle discipline più diverse al territorio dell’Altopiano delle Rocche, cercando di presentarci come un luogo di scambio e di nascita per le nuove creazioni. L’edizione di quest’anno sarà aperta dallo spettacolo end-to-end di Andrea Dante Benazzo e Laura Accardo, progetto vincitore del bando di residenza dell’edizione 2021 che negli ultimi mesi ha potuto proseguire la crescita anche attraverso il network nazionale di TiQ».

DOVE E QUANDO | Il progetto selezionato per il 2022 sarà ospitato a Rocca di Mezzo (AQ) per una residenza artistica della durata di 10 giorni, con tre aperture gratuite per la cittadinanza dal 31 luglio al 9 agosto 2022 e debutterà nella sua forma completa ad agosto 2023 durante la settima edizione del festival Teatro in Quota.

A CHI SI RIVOLGE | L’open call è rivolta a singoli artisti e a gruppi composti da massimo 3 persone che lavorino nel campo dell’arte performativa in Italia o all’estero. Non ci sono limiti di età, genere, lingua, nazionalità e disciplina. L’ibridazione linguistica in tutte le sue forme, anzi, è fortemente incoraggiata.

COSA OFFRE IL FESTIVAL | 10 giorni di residenza all’interno di uno spazio in cui poter lavorare immersi nell’Altopiano delle Rocche; debutto del progetto in forma completa durante l’edizione 2023 con forme e condizioni contrattuali da concordare con la compagnia; la copertura delle spese di viaggio e alloggio a Rocca di Mezzo (AQ) per l’intero periodo di lavoro; la copertura delle spese di produzione durante la residenza fino a un massimo di 2500 euro; un sostegno di carattere organizzativo e artistico nel corso del lavoro. Il contributo economico non verrà corrisposto direttamente all’artista ma sarà gestito dal Festival nel mese precedente alla residenza e durante la residenza per conto dell’artista su sua indicazione. Verranno vagliate solo le proposte che includano tutta la documentazione. I materiali possono essere in italiano o in inglese.

COSA SI RICHIEDE PER PARTECIPARE ALLA CALL: una presentazione dell’artista o del gruppo attraverso un dossier e, preferibilmente, anche dei materiali multimediali che possano raccontare alla direzione artistica il lavoro sviluppato negli ultimi anni; una scheda artistica del progetto di residenza e ripartizione preventiva del sostegno alla produzione di massimo 2500 euro dato dal Festival, che specifichi in modo quanto più dettagliato è possibile le intenzioni di lavoro durante i giorni a Rocca di Mezzo, oltre che il progetto su larga scala; la disponibilità a condividere il processo di lavoro con il pubblico di Rocca di Mezzo in tre appuntamenti gratuiti aperti alla cittadinanza.

A ogni progetto verrà assegnata una valutazione di massimo 100 punti sulla base della qualità artistica del progetto (max 35 punti); la predisposizione del progetto a una natura site-specific e partecipativa (max 25 punti); il curriculum dell’artista o del gruppo di lavoro (max 25 punti); la contaminazione di diversi linguaggi all’interno del progetto o del gruppo di lavoro (max 15 punti).

COME CANDIDARSI | Inviare il materiale richiesto all’indirizzo mail tiq.altopiano@gmail.com entro le ore 23.59 del 2 Luglio 2022 indicando come oggetto “OPEN CALL – NOME DEL PROGETTO“:

INFO: tiq.altopiano@gmail.com www.teatroinquota.com

Call TRAMEDAUTORE – Indagine Milano

Call TRAMEDAUTORE – Indagine Milano

TRAMEDAUTORE è stato per oltre venti anni una vetrina della vitalità del nuovo teatro, un progetto di partecipazione di giovani artisti italiani e stranieri e un laboratorio di sperimentazione di linguaggi performativi. Il Festival rientra tra gli appuntamenti più attrattivi del panorama teatrale italiano grazie anche al sostegno fondamentale del Piccolo Teatro di Milano, che ha ospitato per 21 anni la rassegna offrendo a tantissimi giovani artisti la possibilità di esibirsi su un palcoscenico così prestigioso.

TRAMEDAUTORE da questa edizione in poi sarà dedicato alla memoria della fondatrice Angela Calicchio, cuore e anima del festival grazie alla sua infinita dedizione, competenza, militanza e passione per il teatro, per gli artisti e per la nuova drammaturgia.
Nel 2022 Andrea Capaldi, direttore di mare culturale urbano, già direttore artistico delle ultime due edizioni del Festival, ne raccoglie il testimone, rafforzando la collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano che ne diventa a tutti gli effetti co-produttore.

La XXII edizione del festival TRAMEDAUTORE, pur continuando il profondo lavoro di ricerca sulle drammaturgie contemporanee e sulla parola magistralmente portato avanti da Angela Calicchio, sceglie di percorrere due nuove strade in linea con la visione e la missione di mare culturale urbano: la sperimentazione di diversi linguaggi drammaturgici (suono, arti visive, video, danza, performance) e il coinvolgimento delle comunità locali per la costruzione di drammaturgie partecipate.

In questa ventiduesima edizione si vuole condurre un’indagine sulla città di Milano con un focus specifico sui suoi quartieri meno centrali, una vera e propria immersione a contatto con le persone e le loro storie, con l’obiettivo di restituire alla città una sua mappatura artistica, 4 studi performativi che comporranno uno sguardo eterogeneo e multiforme della Milano del 2022 andando a lavorare su 4 quartieri non centrali della città corrispondenti ai suoi 4 punti cardinali e nello specifico nei quartieri Niguarda, Calvairate, Lorenteggio/Giambellino e Baggio.

La restituzione di questo percorso sarà presentata al Piccolo Teatro di Milano durante il Festival TRAMEDAUTORE 2022 dal 5 al 14 settembre 2022, – parte di una programmazione che include la restituzione della residenza artistica della compagnia Balletto Civile con lo spettacolo “i Diversi”, il progetto “Voci immerse” a cura di Audible – approfondimenti dedicati ai podcast con la presentazione di prodotti audio legati ad esperienze sociali territoriali, e la presentazione del testo vincitore della call ConTest Amleta (associazione di promozione sociale per la lotta contro le disparità di genere nel mondo dello spettacolo).

Leggi il bando completo. Invio candidature entro il 5 giugno 2022.

Salerno Punto Com lancia la call “CREATIVITIES UNDER 35, CERCASI!”

Salerno Punto Com lancia la call “CREATIVITIES UNDER 35, CERCASI!”

É attiva on-line la Call “CREATIVITIES UNDER 35, CERCASI!”, finalizzata a selezionare figure artistiche e creative under 35, in forma individuale o collettiva, su tutto il territorio nazionale, che esplorino i diversi linguaggi delle arti sceniche e performative, tra cui teatro, danza, performing arts, circo contemporaneo, ecc; dell’architettura, della musica, dell’arte, dell’illustrazione e comunicazione, dell’artigianato, della fotografia, così come del turismo e dell’accoglienza, sotto forma di collaborazioni, esperienze, performance, laboratori o workshop da attivare e sperimentare all’interno del Punto di Comunità dei Morticelli, il Largo Plebiscito, nel centro storico di Salerno.

servzi

Le candidate e i candidati saranno chiamati a dialogare con la comunità per realizzare o adattare la propria proposta affinché possa valorizzare le peculiari caratteristiche dell’ex Chiesa dei Morticelli e, nello specifico, rafforzare l’identità del Punto di Comunità attraverso interventi materiali e/o immateriali, di natura installativa, performativa, laboratoriale, multimediale, digitale e di ogni forma.
La proposta potrà avvenire anche in forma itinerante e coinvolgere il quartiere, ma dovrà interessare in maniera diretta il Punto di Comunità dei Morticelli.
Tema, durata e contenuti saranno liberi, nei limiti delle finalità di seguito indicate.
Le proposte candidate dovranno contribuire al raggiungimento delle seguenti finalità: innescare occasioni di incontro per gli abitanti, sostenere la costruzione di legami, ri-significare il senso di accoglienza dello spazio, favorire l’interazione tra comunità abitanti e temporanee, esplorare nuovi linguaggi artistici relazionali, favorire l’innesco di processi di empowerment
delle comunità, comunicare in modo diretto e/o indiretto l’identità del Punto Com a diverse comunità.

La call sarà aperta fino al 26.05.2022

Scopri il bando