Attraversamenti Multipli 2023. Un dialogo tra le arti performative e la natura urbana

Giu 7, 2023

Il viaggio di Attraversamenti Multipli 2023 –  il festival multidisciplinare dedicato alle arti performative contemporanee, curato dal gruppo Margine Operativo con la direzione artistica di Alessandra Ferraro e Pako Graziani, sostenuto dal Ministero della Cultura e da Roma Capitale nell’ambito dell’Estate Romana 2023-2024” dopo un prologo a Toffia (Rieti) si tuffa nel tessuto metropolitano di Roma dove dal 29 giugno al 8 luglio abita la natura urbana del Parco di Torre del Fiscale,  con un denso programma di performance, spettacoli, site specific, laboratori  in  dialogo con lo straordinario paesaggio urbano / naturale / archeologico di questo polmone verde della città, che è parte del Parco Archeologico dell’Appia Antica.

Sono sette i giorni di eventi artistici al Parco di Torre del Fiscale: 29, 30 giugno e 1, 5, 6, 7, 8 luglio, mentre le residenze artistiche e i laboratori previsti dal festival si svolgono dal 26 giugno.

Il festival in questa edizione sperimenta il dialogo / interazione tra le arti performative contemporanee e la natura urbana con l’obiettivo di valorizzare gli spazi verdi metropolitani e di rafforzare la loro funzione sociale e culturale e di promuovere la cultura della sostenibilità.

Nel programma di Attraversamenti Multipli 2023 nella prospettiva della interconnessione tra azione artistica / spettatori / natura urbana, sono presenti: site specific creati per il festival in interazione con gli spazi che li accolgono, progetti artistici con formati relazionali particolari che cercano di dissolvere i confini tra performers e spettatori per costruire un incontro e uno spazio da abitare, performance che ibridano diversi generi artistici, spettacoli dedicati alle nuove generazioni di spettatori. Anche in questa edizione il festival presenta spettacoli di diverse generazioni di artisti e intreccia compagnie più conosciute con esperienze emergenti.

La multi/crossdisciplinarietà  e i formati multiformi

Attraversamenti Multipli si propone come un organismo multi / crossdisciplinare, in cui dialogano tra loro diverse pratiche artistiche delle arti performative. Per implementare l’interazione tra più discipline ospita nel suo programma spettacoli e artisti che espandono i confini delle performing arts ibridando / connettendo diversi linguaggi artistici.

lacasadargilla presenta una variazione – creata in esclusiva per il festival di Città Sola, un progetto teatrale multiforme che ruota intorno al romanzo di Olivia Laing e che si compone per Attraversamenti Multipli in un talk performativo “Corpi soli e città” (29/06) e da un audio paesaggio / percorso sonoro “Citta sola” Variazione 2. Tonnellate di fiori nel mio giardino” (29, 30  giugno e 1 luglio)

La compagnia ZAPPALÀ DANZA presenta Performative Speech: Studio sul Fauno una performance creata per dialogare con spazi non teatrali e che intreccia lo speech di Roberto Zappalà con le sue coreografie danzate da Filippo Domini (1 luglio).

La compagnia spagnola con base a Barcellona IRON SKULLS CO indaga l’ibridazione della break dance con la danza contemporanea e altre pratiche performative. Ad Attraversamenti Multipli presenta in prima nazionale la performance “Nunca bailaré solo” di e con Diego Garrido (7 luglio).

Il coreografo Carlo Massari / C&C company propone in prima nazionale Bastardi una performance “semplicemente politically incorrect: quello che non vorremmo mai vedere, sentire, ma c’è”  che è parte del progetto triennale Metamorphosis che ruota sul rapporto tra uomini e animali e che intreccia la danza con il teatro fisico dialogando con i paesaggi naturali e archeologici del Parco di Tor Fiscale (29 giugno)

Collettivo FLxER  e la visual designer LIZ  presentano Natural landscape/s una serie di  performances visuali multidimensionali e site specific che trasformano le arcate degli acquedotti del Parco di Torre del Fiscale in schermi dinamici creando un sorprendente universo connotato da biodiversità immaginifiche. (29,30 giugno e 1,7,8 luglio)

Margine Operativo presenta in prima nazionale lo spettacolo “Certo io resisterò” ispirato a “Lettere dal carcere di Antonio Gramsci  che prosegue la ricerca della compagnia intorno a dei  dispositivi performativi sempre in bilico tra azione e testo, che mescolano teatro, letteratura e paesaggi sonori. 

Il festival dedica  il 30 giugno  dalle ore 21 un focus  sull’opera di FRANCO SCALDATI e al suo rapporto con il “corpo della città” attraverso un format multiforme co-realizzato da Attraversamenti Multipli, il Teatro Biblioteca Quarticciolo e Cranpi che prevede: la presentazione del progetto editoriale “Franco Scaldati – Teatro” (Marsilio Editori ) curato da Valentina Valentini e Viviana Raciti  e un reading performativo NOTTURNO SCALDATI che vede in azione Melino Imparato attore storico della compagnia Scaldati, Daria Deflorian, Gioia Salvatori, Stefano Scialanga e  Emanuela Villagrossi azioni artistiche con formati particolari e site specific 

in interazione con la natura urbana

Attraversamenti Multipli si configura come un dispositivo che vuole contribuire alla costruzione di dinamiche concrete di innovazione artistica. Presenta spettacoli con FORMATI PARTICOLARI, sia temporali che spaziali, e performance SITE SPECIFIC che dialogano con la natura urbana con cui interagiscono


 _Il collettivo artistico DOM- formato da Valerio Sirna, Leonardo Delogu e Arianna Lodeserto  in collaborazione con l’artista visiva turca Ozge Sahin crea in esclusiva per il festival Non è la fine una esplorazione performativa della città che si snoda in una camminata pubblica, un  percorso che intreccia diverse pratiche performative (8 luglio)

_il coreografo e performer SALVO LOMBARDO / CHIASMA presenta una nuova tappa del progetto performativo Breathing Room che in questa occasione interagisce con il danzatore NICOLA GALLI, un formato che ruota intorno “al respiro” proponendo un dispositivo site specifc dove l’azione coreografica improvvisata crea insieme agli spettatori una zona di ossigenazione comune, uno spazio dilatato dove “riprendere fiato” (7 luglio)  

_la compagnia UNTERWASSER propone Boxes un’opera di teatro visuale, un’installazione composta da diverse “scatole” al cui interno sono racchiusi micro-spettacoli fruibili da pochi spettatori per volta. Ad Attraversamenti Multipli, Unterwasser presenta in esclusiva una nuova espansione di Boxes le “scatole” “Postcards from Rio” create durante una residenza artistica a Rio de Janeiro (1 uglio)

_la compagnia francese CIE MF | MAXIME & FRANCESCO presenta la performance di danza “Re-garde” rivisitata per il festival in una dimensione site specific e green

_Il coreografo MAURO ASTOLFI crea in esclusiva per il festival Car Practiceun site-specificche, con la cifra stilistica della compagnia SPELLBOUND CONTEMPORARY BALLET, sceglie come spazio di azione l’interno di una macchina con il pubblico che può seguire in modo differenziato e inconsueto la performance (8 luglio)

_Margine Operativo in collaborazione con la compagnia Chiasma presenta la performance site specific
Un’altra Medea che intreccia e ibrida il teatro con la danza, il mito di Medea con la contemporaneità.

_Farsi Corpo è un happening e una performance site specific itinerante collettiva creata dal danzatore e coreografo CARLO MASSARI / C&C COMPANY insieme ai partecipanti al laboratorio di danza nei paesaggi urbani proposto dal festival (30 luglio)

_ la compagnia francese CIE LITTLE GARDEN propone per la prima volta a Roma  lo spettacolo “Little Garden” di e con con Fabrizio Solinas che  intreccia il circo contemporaneo con la danza  e la giocoleria  ed è dedicato al mondo animale e ai suoi rituali. Uno spettacolo rivolto a un pubblico di tutte le età (5 luglio)

Le creatività emergenti in dialogo con i paesaggi e in azione sulle linee di confine tra diversi linguaggi artistici

Attraversamenti Multipli ha sempre guardato con grande attenzione alle NUOVE CREATIVITÀ che si sviluppano sul territorio nazionale e internazionale, anche in questa edizione presenta un focus sulla creazioni di giovani coreografi / danzatori / performer che avvertono l’urgenza di indagare le forme dello spettacolo in dialogo con i paesaggi / dimensioni spaziali che li ospitano in una dinamica site-specific e interdisciplinare che ibrida diversi linguaggi artistici

_il danzatore e coreografo spagnolo ARNAU PÉREZ – scelto tra gli artisti selezionati per il 2023 dalla rete spagnola A Cielo Abierto – presenta in prima nazionale la performance “Single”, in una dimensione dialogante con gli spazi del Parco di Torre del Fiscale (29 giugno)

_il coreografo ADRIANO BOLOGNINO presenta  la performance “Come neve” – selezionata tra i vincitori di Danza Urbana XL 2023 – capace di creare un intreccio tra i corpi delle due danzatrici,  i loro abiti creati attraverso l’arte dell’uncinetto, gli sguardi degli spettatori e gli spazi  (6 luglio)

_la compagnia FOSSICK PROJECT formata dall’illustratrice Cecilia Valagussa e dalla cantante/compositrice Marta del Grandi. presenta lo spettacolo-concerto “Fire Charmers” che rivisita in forma contemporanea il teatro delle ombre intrecciandolo con il video live e con la musica dal vivo, ruotando intorno al tema dell’impatto del cambiamento climatico sul pianeta e sul mondo animale (5 luglio)

_l’artista anglo/italiano BEERCOCK presenta Human Rites una performance musicale fra corporeo e elettronica dove la voce è la protagonista assoluta di una dimensione tra arcaico e digitale, un rito umano da condividere con il pubblico. (1 luglio)

Maggiori informazioni: www.attraversamentimultipli.it




Segui Theatron 2.0

Ultimi articoli

Bandi  e opportunità