Interplay: 100 artisti da tutto il mondo, a Torino dal 21 al 31 maggio

Interplay
Interplay

Anche in questa edizione Interplay si moltiplica per individuare pubblici diversi e per portare la danza dentro e intorno alla città: a Torino in due diversi teatri (al Teatro Astra il 21 e 22 maggio, al TRG/Teatro Ragazzi il 25 maggio), nelle vie e nelle piazze per i Blitz Metropolitani del 26 maggio, alla Lavanderia a Vapore di Collegno il 29 e 31 maggio.

> SCOPRI I SERVIZI PER LO SPETTACOLO DAL VIVO DI THEATRON 2.0

100 artisti da tutto il mondo, provenienti da 10 paesi europei ed extraEu e da diverse regioni italiane. 23 compagnie, per 8 prime nazionali. Una finestra sulle poetiche artistiche del presente, con uno sguardo verso il futuro, uno sguardo alle volte scomodo. Spettacoli e momenti di scambio per condividere esperienze estetiche e culturali, emozioni e impressioni bevendo un aperitivo con pubblico, operatori e artisti.

Dopo l’emozionante esperienza della scorsa edizione si rinnova nel 2018 l’attenzione verso artisti provenienti dal bacino del mediterraneo, con una sezione del festival dedicata alle compagnie provenienti da diversi paesi arabi che arrivano in Italia per un tour fra i migliori festival di danza del nostro territorio. Il Focus young Mediterranean Choreographers, di cui Interplay inaugura il tour, ospita un coreografo iraniano e una compagnia siriana, una scelta che è anche una scommessa, in un momento tanto delicato politicamente.
Accanto alle esperienze personali e di vita di molti danzatori, Interplay è l’occasione per scoprire o ritrovare formazioni con un percorso artistico significativo.

Apre il festival il 21 maggio al Teatro Astra la giovane e premiata coreografa svizzera TABEA MARTIN che con spirito militante e ironia si interroga sull’identità di genere, con la nuova creazione Beyond Indifference, riconfermando anche con questo lavoro il desiderio di esplorare le debolezze degli esseri umani in modo giocoso e provocatorio. Nome di punta nel panorama europeo, vince numerosi riconoscimenti, tra cui nel 2011 il Wim Barry Prize ed è nominata ai Dutch Dance Days di Maastricht come giovane coreografa promettente, nel 2013 e nel 2014 è nella short list dei coreografi selezionati per Aerowaves e nel 2013 è premiata al concorso internazionale Reconnaissance. Dal 2016-2018 è “Young Associated Artist” del programma di mentoring di Pro Helvetia-Swiss Arts Council.
MATTEO MARFOGLIA, il più giovane fra i talenti di INTERPLAY 18 condivide l’inaugurazione del festival e porta in scena quattro danzatori con Crossword, uno spettacolo che il pesarese ha concepito in Gran Bretagna, dove ha scelto di studiare e lavorare e dove nel 2018 è stato premiato con il Creative Wales Award dal Ministero della Cultura Gallese che lo sosterrà per un intero anno nella sua ricerca artistica e coreografica.

PROGRAMMA COMPLETO > http://www.mosaicodanza.it/interplay18spettacoli.htm

Condividi: