Tips 4 Actors #09 – Il Leprecauno e la pentola d’oro. Il mito di trovarsi un agente

L'agente. La prima persona che crede nella nostra arte. Colui che, dopo la mamma, è il primo alleato nel nostro business.
L’agente. La prima persona che crede nella nostra arte. Colui che, dopo la mamma, è il primo alleato nel nostro business.

L’agente. La prima persona che crede nella nostra arte. Colui che, dopo la mamma, è il primo alleato nel nostro business.
Senza un agente la nostra carriera non ha prospettiva.
Alt! Fermi un attimo. Facciamo un passo indietro e prendiamoci un caffè.
Lo sapevi che Bill Muray non ha agenti o manager? Ha un semplice numero di telefono, al quale risponde personalmente.
Ok. È pur vero che noi non siamo star internazionali e che, spesso e volentieri, ci risulta quanto mai difficile venire a conoscenza di casting e occasioni interessanti.
Tra mito e realtà, un paio di volte l’anno (almeno) finiamo con il chiederci come faccio ad avere un agente o un manager o entrambi?

Le risposte che più spesso ci sentiamo dare sono (a titolo esemplificativo ma non esaustivo)
• “Sii davvero talentuoso”
• “Sii bello, bello, bello in modo assurdo”
• “Devi bucare lo schermo”
• “Partecipa ad un reality”
• “Sii grasso/alto/efebico/androgino/brutto/etc”
• “Fai un’accademia prestigiosa, parla tre lingue, suona due strumenti e ama gli sport estremi”.

Ok. La smetto con le provocazioni. La verità è che non esiste una risposta univoca, o una formula che si traduca automaticamente nell’ottenere un agente.
O forse si, esiste: talento + aspetto giusto + momento giusto
Non sorridere. È meno scontato di quello che pensi.
Provo quindi a trarre delle sommarie conclusioni sulla base della mia esperienza e di colleghi a me vicini. Un piccolo corollario di suggerimenti che potrebbero indirizzarti verso una direzione.

Supponendo che ti stia mantenendo in allenamento – attoriale e fisico – che hai book e reel aggiornati, sito web, profili IMDB, e-talenta coerenti, ecc. la prima cosa che devi cercare di raggiungere è ottenere un incontro con un agente.

> Dai un’occhiata anche a Tips 4 Actors #06 – Don’t look back in camera. La grande incognita del book fotografico

Per prima cosa, non farti prendere dall’entusiasmo ed evita di telefonare, o presentarti di persona senza appuntamento.
In generale ricordati di una regola: quello che romperebbe le scatole a te, rompe anche a loro. Il vecchio “non fare agli altri quello che non vorresti facessero a te” è sempre valido.
Puoi provare una delle seguenti strade:

#1 – LE RACCOMANDAZIONI BUONE
Quelle che in inglese chiamano reference. Un riferimento. Attenzionare qualcuno, sulla base delle sue specifiche competenze.
Se hai amici, compagni di classe e colleghi con agenti o conoscenti manager, chiedi cortesemente di far passare le tue foto e cv.

#2 – LA CLASSE NON È ACQUA
Se non hai amici con gli agenti, prova a farti coinvolgere in una comunità di attori rappresentati (ad esempio una classe di training, un workshop ecc.); poi, educatamente, chiedi loro di inviare le tue cose.
Avrai bisogno di una raccomandazione per incontrare un agente o un manager, e un riferimento da uno dei loro clienti sarà utile.

#3 – FACCELA VEDE’
La tua arte, si intende. Cerca di sfruttare ogni occasione di lavoro per farti vedere. Meglio se sei coinvolto in un progetto di qualità o in cui credi. Prova ad invitare registi, casting e agenti alle tue rappresentazioni o proiezioni.
Se riuscissi a fare qualche replica a Roma sarebbe meglio, dato che nella maggior parte dei casi le persone che ti interessano hanno sede lì.
Fidati del fatto che buoni agenti e manager (ma anche registi e produttori) vanno a vedere molti spettacoli e visionano i video che gli consigliano.

#4 – SIAMO L’ESERCITO DEI SELFIE
In poche parole sfrutta i social media. Utilizza Facebook, Twitter, Youtube, Vimeo, ecc al massimo potenziale. Sono tra le prime cose che chi ti cerca visiona e sono più efficaci di una chiamata dal nulla e impersonale.
Ovviamente devi curarli con molta attenzione. Anche in questo caso, non postare/scrivere/streammare ciò che non vorresti tua nonna vedesse.
Inoltre, se ti capita di interagire con gli agenti sui social media, fai attenzione. Non essere invadente, ossessivo, presuntuoso, etc. Perderesti in partenza.

#5 – LA TECNICA DEL COCKTAIL PARTY
Non fare o dire nulla – sia live che sui Social – che non faresti o diresti in una situazione pubblica, se ti trovassi di fronte ad una persona che ti interessa.
La cosa migliore da fare è fornire contenuti.
Va bene sfoggiare i propri interessi e passioni. Punta sulle idee comuni, ma attento a non risultare troppo autoreferenziale o sottomesso.
Quello che annoierebbe te, annoia anche loro.

#6 – LA FORTUNA AIUTA GLI AUDACI
Prova a frequentare i posti bazzicati da chi lavora nel tuo settore. Un incontro informale e casuale potrebbe rivelarsi più utile di mille e-mail o telefonate. Arriva preparato, però.
Ti ricordi il film “Il Diavolo veste Prada”? Anne Hathaway accompagna il suo temibile capo ad un’importante occasione di lavoro, con il compito di suggerirle il nome e la mansione di tutti quelli che incrocia. Ecco, prova a interagire consapevolmente con chi hai davanti.

Socialità e consapevolezza sono un’arma in più nella ricerca di un agente… o di un ingaggio.

Socialità e consapevolezza sono un’arma in più nella ricerca di un agente… o di un ingaggio.
Socialità e consapevolezza sono un’arma in più nella ricerca di un agente… o di un ingaggio.

#7 – SII IL TUO PRIMO AGENTE
Il rapporto con l’agente si basa su uno scambio attivo. Lui aiuta te, tu aiuti te. Tutti aiutano l’agenzia. Spesso l’agente, da solo, potrà aiutarti poco.

OK, quindi ti sei procurato un incontro. Ma come si trasforma un incontro in rappresentazione?
Iniziamo chiarendo cosa stai chiedendo ad un agente.
Non gli stai solo chiedendo di condurti da un direttore casting.
Stai chiedendo di investire parte del suo tempo su di te e sulla tua carriera. È un investimento di denaro. E sei tu a dover farlo guadagnare.
Una bella responsabilità! No?
Il rapporto, come vedi, è biunivoco.

Come si realizza questa prospettiva? O sei affascinante e hai il look perfetto, hai lavorato in modo coerente-recente-efficace, o hai tanto talento e talento anche per i provini.
Tuttavia molte cose non dipendono da te.
Quello che puoi sicuramente controllare sono talento e il tuo duro lavoro. Lavorare costantemente in classi di recitazione e sul palco per coltivare il tuo talento, in modo da renderlo forte e unico.

> Leggi qualche spunto su “Come scoprire la nostra unicità attoriale”

Parallelamente sii il tuo editor-social media, il tuo autore e fotoreporter. Crea il tuo materiale, scrivi, scatta e pubblica contenuti in modo coerente, facendo sempre tutto il possibile per renderti visibile a chi ti cerca (o a chi ti cerca e non sa che ha bisogno proprio di te).
Convinci il tuo potenziale agente che sei un professionista, affidabile e preparato. Lui potrà scommettere volentieri su di te.

Prendi il tuo potere. Fai la tua fortuna.

Condividi: